Improvvisarsi scrittori...

Se volete parlare seriamente di qualcosa che non è presente in nessuna delle altre aree e/o volete dare un annuncio generale a tutti per una cosa importante, questa è l'area appropriata.

Moderatori: liberliber, -gioRgio-, vanya

Rispondi
Avatar utente
Gahan
Olandese Volante
Messaggi: 2360
Iscritto il: gio lug 26, 2007 11:49 am
Località: Ziano Piacentino

Improvvisarsi scrittori...

Messaggio da Gahan »

Tutto è partito da qui: viewtopic.php?f=1&t=25544&start=60#p535841

Per chi non ha voglia di rileggersi il thread, riassumo brevemente:
un mio amico mi ha chiesto di fare una "critica" di un paio di suoi "romanzi brevi".
Ieri ne ho aperto uno e ho letto i primi 7 capitoletti. :suspect:
Non dirò nulla della trama e dello stile, per i quali dovrò aspettare di arrivare alla fine per dare un giudizio, però vogliamo parlare dell'ortografia???!!!
Il libro dovrebbe già essere riveduto e corretto, come recita la mail di presentazione, tuttavia a me si son drizzati i capelli in testa e mi chiedo se sono io ad essere troppo rigida e bacchettona da non poter tollerare:
- i doppi spazi tra le parole
- lo spazio prima della virgola o del punto
- lo spazio dopo l'apostrofo
- "sì" avverbio scritto senza accento
- "è" voce del verbo essere scritto con accento acuto e non grave.

Inoltre la divisione in paragrafi è praticamente inesistente: l'autore è andato a capo dopo ogni frase. :shock:
Questa cosa come la considero, licenza poetica? Oppure lo ha fatto per far sembrare la storia più lunga?

Io ovviamente non ho intenzione di fargliela passare liscia, nella mia "critica" tutte queste cose gliele segnalo (insieme anche a tutti i refusi che ho trovato!), ma penso che sia ridicolo che uno si metta a scrivere un libro senza avere almeno un'infarinatura di quelli che sono i concetti di frase, periodo, paragrafo, ecc. ecc.

Io non mi intendo di editoria, ma secondo voi che tipo di accoglienza potrebbe avere un libro che si presenta così?
Un editore è davvero disposto a chiudere gli occhi davanti a queste cose?

Attendo i vostri commenti...

Avatar utente
lizzyblack
moderatrice
Messaggi: 12588
Iscritto il: mar feb 17, 2004 1:22 pm
Località: The Noble and Most Ancient House of Black, "Toujours Pur"
Contatta:

Re: Improvvisarsi scrittori...

Messaggio da lizzyblack »

Sinceramente non so come funzioni l'editoria (sia in generale che a livello prettamente "ortografico"). Ho l'impressione che, ad ogni modo, sia abbastanza severa in questo senso (o almeno fino ad ora non mi è capitato di leggere libri di autori emergenti in cui ci fossero le cose segnalate da te :eyes: ).
Credo però che ci sia quel malefico mezzo che permette a questo dipo di scritti di apparire sul mercato, che è quella cosa che si chiama autopubblicazione. A mio paprere, su 100 scritti pubblicati in questo modo, se se ne salva 1 siamo già fortunati.
Mi è capitato di leggere un racconto di questo tipo, e ricordo di aver fatto i miei commenti (anche lì c'erano errori di sintassi e grammaticali, oltre che grossi errori in merito all'argomento trattato), senza però ottenere alcun risultato (l'autore, gira e rigira, mi ha scritto una pappardella per raccontarmi che, alla fine, aveva ragione lui), per non parlare di libri autopubblicati da amici e conoscenti che ci sono stati rifilati negli ultimi anni (uno addirittura con conoscenza nulla delle regole sui verbi transitivi/intransitivi e che accordava in maniera totalmente scorretta il participio passato :shock: ).
Oltretutto mi chiedo, ma che programma di scrittura utilizzano? Possibile che non vengano segnalati errori banali? (come lo spazio tra l'ultima parola e la virgola o il punto, gli accenti gravi e acuti ecc.) Oppure semplicemente vengono segnalati e contestualmente ignorati?
Boh. Io, se facessi la editor, sarei terribile :twisted:
Liz

"If a cat could talk, he wouldn't..."
"Sono posseduto da una passione inesauribile che finora non ho potuto né voluto frenare. Non riesco a saziarmi di libri."
"Wit beyond measure is man's greatest treasure."

Le mie letture

ImmagineVero Acquario

Avatar utente
tilly77
Olandese Volante
Messaggi: 3887
Iscritto il: mar mar 01, 2005 6:29 pm
Località: Cesena
Contatta:

Re: Improvvisarsi scrittori...

Messaggio da tilly77 »

Gahan, sii spietata! Gli errori possono capitare, ma a un testo già riveduto e corretto non si possono perdonare, soprattutto se ricorrono in maniera sistematica.
Non mi esprimo sull'editoria, dico solo che, anch'io come Lizzy, se fossi editor sarei terribile! 8)

Avatar utente
Therese
moderatrice
Messaggi: 5747
Iscritto il: mer feb 05, 2003 8:33 pm
Località: Perugia
Contatta:

Re: Improvvisarsi scrittori...

Messaggio da Therese »

Per scrivere un racconto, romanzo o poesia che sia, la conoscenza corretta della lingua italiana mi sembra il minimo indispensabile. Per lavoro capita di scrivere lettere ad utenti o a enti pubblici, ogni tanto le mie colleghe mi portano le loro da riguardare e mi capita di vedere:
- congiunzioni usate a caso (ad es. invece che "scritto in vs. nota" - "scritto sulla vs. nota")
- periodo principale e periodo subordinato divisi da punto e virgola
- passaggi dal lei al voi nello stesso periodo
questo per dire che mediamente non si sa usare la lingua in modo corretto e sottolineo che si tratta di lettere di lavoro, nessuno ha velleità artistiche :D
-...è solo che non ho tempo per leggere.
- Mi dispiace per te.
- Oh, non direi.Ci sono tanti altri modi per passare il tempo.
Giulio vorrebbe replicare che leggere non è "passare il tempo"...
(T. Avoledo)

cinefila integralista

Non inviatemi ring senza avvertire, grazie ^_^

Avatar utente
Éowyn
Olandese Volante
Messaggi: 8012
Iscritto il: mer gen 02, 2008 6:30 pm
Località: Prata di Pordenone
Contatta:

Re: Improvvisarsi scrittori...

Messaggio da Éowyn »

A capo ad ogni frase? Ommioddio. Non credo che potrei reggere la lettura.
Gahan ha scritto: - i doppi spazi tra le parole
- lo spazio prima della virgola o del punto
- lo spazio dopo l'apostrofo
Tutto ciò mi ricorda uno degli ultimi libri letti: Ammazzateli tutti - Dio saprà riconoscere i suoi. E non parlo di un libro autoprodotto, ma di un libro in vendita anche su IBS
Oltre a questi ho contato *decine* di:
- virgola seguita dal punto (o viceversa)
- refusi vari (es: Matlda invece di Matilda)
- per non parlare dell'uso disinvolto dei nomi al punto che ogni tanto faticavo a capire di chi cavolo si stava parlando oppure nomi che a caso erano in italiano prima e in francese poi (es: Raimondo conte di Toulouse / alcune righe dopo si parla di Tolosa)

L'ho odiato!! :evil:
In bc.com sono italianeowyn

Avatar utente
ciucchino
Olandese Volante
Messaggi: 3660
Iscritto il: ven mar 14, 2003 9:00 pm
Località: Torino
Contatta:

Re: Improvvisarsi scrittori...

Messaggio da ciucchino »

In un libro autopubblicato, un mio conoscente ha esordito scrivendo che lui non legge mai libri ma solo fumetti e l'unico libro che ha letto è quello di Fabio Volo.
Per la serie: era meglio morire da piccoli......
"I libri li rubavo. I libri non dovrebbero costare nulla, pensavo allora e penso ancora oggi".
(Pascal Mercier, "Treno di notte per Lisbona)

Immagine Immagine

Avatar utente
Gahan
Olandese Volante
Messaggi: 2360
Iscritto il: gio lug 26, 2007 11:49 am
Località: Ziano Piacentino

Re: Improvvisarsi scrittori...

Messaggio da Gahan »

Grazie per tutti i vostri commenti. È però avvilente scoprire che la lingua italiana venga così bistrattata...

Avatar utente
Éowyn
Olandese Volante
Messaggi: 8012
Iscritto il: mer gen 02, 2008 6:30 pm
Località: Prata di Pordenone
Contatta:

Re: Improvvisarsi scrittori...

Messaggio da Éowyn »

ciucchino ha scritto:Per la serie: era meglio morire da piccoli......
:lol: :lol: :lol:
In bc.com sono italianeowyn

Avatar utente
lup
Re del Mare
Messaggi: 1783
Iscritto il: mar giu 26, 2007 8:11 am
Località: prov.como
Contatta:

Re: Improvvisarsi scrittori...

Messaggio da lup »

lo scorso anno ho trovato in un libro che era in finale in un concorso 7 errori di editing. uno passi, 7 mi sembrarono eccessivi. ho addirittura scritto (mai avrei pensato di arrivare a ciò :lol: ) all'editore (nessuna risposta) e all'organizzazione del concorso (secondo loro il valore di un libro va al di là degli errori di battitura, e sarebbe interessante usarla come scusa nei temi scolastici).

per quanto riguarda l'andare a capo dopo ogni frase, magari l'autore è il novello/a anti nanni balestrini :P
..."E’ stata la nuova manifestazione di una malattia autoimmunitaria, generata dal nostro stesso organismo culturalmente pigro, che sempre preferisce affidarsi al “salvatore” e all’ “imbonitore” anziché cercare di salvarsi da solo, uno per uno, e poi insieme, nella faticosa e spesso ingrata diligenza del quotidiano."... (V. Zucconi)

Avatar utente
-gioRgio-
moderatore
Messaggi: 4347
Iscritto il: gio nov 21, 2002 8:37 am
Località: Roma
Contatta:

Re: Improvvisarsi scrittori...

Messaggio da -gioRgio- »

Gahan ha scritto:l'autore è andato a capo dopo ogni frase
Probabilmente un nipotino di Baricco... :whistle:
-gioRgio-

"Siediti lungo la riva del fiume e aspetta, prima o poi vedrai passare il cadavere del tuo nemico." (proverbio cinese)
"ma non e' detto che tu sarai in condizioni migliori" (gRg)

Avatar utente
MartinaViola
Olandese Volante
Messaggi: 3294
Iscritto il: lun mar 16, 2009 4:34 pm
Località: Latina

Re: Improvvisarsi scrittori...

Messaggio da MartinaViola »

se leggessi un libro del genere lo fionderei dalla finestra dopo la prima riga...
secondo me non si può pensare di diventare scrittori senza conoscere la grammatica, della sintassi, la punteggiatura e tutto il resto.
se ti piace andare a capo a ogni riga puoi sempre farti un account su twitter! :lol:
se vi va, date un'occhiata al mio blog:
Un ombretto al giorno

I mie scaffali su aNobii
La mia Wishlist

Se qualche ringmaster vuole che il suo ring prosegua, basta contattarmi!

Immagine

Avatar utente
Gahan
Olandese Volante
Messaggi: 2360
Iscritto il: gio lug 26, 2007 11:49 am
Località: Ziano Piacentino

Re: Improvvisarsi scrittori...

Messaggio da Gahan »

Lettura del primo racconto terminata. Un po' pieno di luoghi comuni ma nell'insieme non è brutto e, una volta presa familiarità con i personaggi, l'ho letto con interesse. Ogni tanto ha inserito delle descrizioni per nulla banali e delle metafore interessanti.
La forma però è agghiacciante. :silenced:
Ha abusato ampiamente della locuzione "in realtà" tant'è che ad un certo punto l'ha scritto 3 volte in 6 righe.
E poi tutti quei puntini di sospensione inseriti ovunque... :roll:
All'inizio avevo pensato di non segnare niente sul documento, infondo mi si chiedeva una recensione, non una revisione, ma quando i refusi hanno iniziato a essere più di 5 ho cambiato idea. Glieli ho evidenziati, poi chiaramente se li metterà a posto lui.
Io non credo che arriverò mai a scrivere un libro o un racconto, ma se mai dovesse accadere, lo farei rileggere prima di tutto a un insegnante di italiano.

Ora mi metterò sotto con il secondo che, a prima vista, presenta gli stessi problemi del primo... :eh?:

Rispondi