La disfida dei classici

Se volete parlare seriamente di qualcosa che non è presente in nessuna delle altre aree e/o volete dare un annuncio generale a tutti per una cosa importante, questa è l'area appropriata.

Moderatori: liberliber, -gioRgio-, vanya

Rispondi
Avatar utente
francesina
Olandese Volante
Messaggi: 2150
Iscritto il: gio apr 05, 2007 2:19 pm
Località: Padova

Re: La disfida dei classici

Messaggio da francesina »

Éowyn ha scritto:Ieri sera ci ho pensato, senza guardare l'elenco dei 1001 libri e senza considerare i Nobel:
Nord-America: Mi vengono in mente grandi classici "per ragazzi", come Tom Sawyer e La capanna dello zio Tom, ma anche Il buoio oltre la siepe oppure Il grande Gatsby... peccato che li abbia già letti tutti :lol: Ma c'è anche Capote... :)
Mediterraneo e Medio Oriente: Le mille e una notte (super classico arabo) e Il Corano, ma non so se quest'ultimo sia valido. Per il resto... non mi ricordo altro.
Africa Subsahariana: il nulla :mrgreen: No, davvero. Esclusi i premi Nobel come Wole Soyinka o la Lessing non mi viene in mente un libro che sia uno :|
America Latina: l'ho già detto che odio i sudamericani? :mrgreen: Perchè qualche titolo in mente mi viene, ma non ce n'è uno che mi tenti ... :no!:
Per il Nord America io pensavo a Melville (ma Moby Dick no, non ce la posso fare :roll: ) o Steinbeck o Bradbury...
Per l'Africa Subsahariana, se ti vanno bene anche i Nobel a me sono subito venuti in mente la Gordimer e Coetzee.
Per l'America Latina... come non ce n'è uno che ti tenti?? :shock: C'è tutto Marquez e Amado e l'estate è la stagione più adatta per affrontarne la lettura!

Ora completo il primo post con i link agli elenchi ma pensavo che sarebbe bello e utile che ognuno di noi avesse qui un proprio spazio "in progress" dove poter appuntare le proprie idee di lettura man mano che gli vengono in mente: una sorta di bozza di piano letture che possa essere utile come appunto personale e come fonte di ispirazione per gli altri... che ne dite? :think: Io per dire ho fatto già qualcosa di simile su carta, ma so già che in un anno cambierò mille volte idea su quali mattoni affrontare.
Nous habiterons une maison sans murs, de sorte que partout où nous irons ce sera chez nous- J.Safran Foer, Extrêmement fort et incroyablement près

E finalmente lui pronunciò le due semplicissime parole che nemmeno una montagna di arte e ideali scadenti potrà mai screditare del tutto. I. McEwan, Espiazione

Sempre Francesina, anche su Anobii

Avatar utente
Gahan
Olandese Volante
Messaggi: 2168
Iscritto il: gio lug 26, 2007 11:49 am
Località: Ziano Piacentino

Re: La disfida dei classici

Messaggio da Gahan »

Éowyn ha scritto: Africa Subsahariana: il nulla :mrgreen: No, davvero. Esclusi i premi Nobel come Wole Soyinka o la Lessing non mi viene in mente un libro che sia uno
Mi pare che nell'altro thread si parlasse però di provenienza dell'autore e non di ambientazione del libro, quindi la Lessing non dovrebbe valere come Africa, in quanto scrittrice inglese, però entrerebbero in gioco Nadine Gordimer e Coetzee, entrambi sudafricani e premi Nobel.
Per il Nord America, avendo sostenuto un esame di letteratura all'università, ne ho una bella lista da proporvi, devo solo andare a frugare un po' tra le mie "sudate carte".

Al di là di questo, io credo che nella maggior parte dei Paesi africani, asiatici e anche in qualche Paese europeo, non esista proprio il concetto di libro "classico" come lo intendiamo noi.
Anni fa con il mio gruppo di lettura avevamo tentato di fare un "Giro letterario d'Europa", volevamo leggere un "classico" per TUTTI i Paesi europei.
Alla fine poi ci siamo stufati di leggere dei mattoni ed era veramente difficile trovare dei classici per Paesi come Albania, Finlandia, ecc.

Questo è ciò che avevamo letto:
Agosto 2007 - Gennaio 2009 Giro letterario d'Europa
Germania: “I Buddenbrook” Thomas Mann; Inghilterra: “Gita al faro” Virginia Woolf, Serbia: “Il ponte sulla Drina" Ivo Andric; Svezia: “L’imperatore di Portugallia” Selma Lagerlof; Spagna: “Don Chisciotte” Cervantes; Repubblica Ceca: “Il processo” Kafka; Danimarca: “Racconti d’inverno” Karen Blixen; Irlanda: “Gente di Dublino” James Joyce; Norvegia: “La saga di Vigdis” Sigrid Undset; Ungheria: “I ragazzi della Via Paal” Ferenc Molnár; Russia: "Guerra e pace" Lev Tolstoj; Portogallo: "Il libro dell'inquietudine" Fernando Pessoa; Polonia: "Manoscritto trovato a Saragozza" Ian Potocki; Francia: "Dalla parte di Swann" Marcel Proust


Io toglierei il vincolo geografico da questa sfida e anche il vincolo numerico, farei una sfida a chi ne legge di più, così ci si sente più liberi di leggere quello che si vuole nell'ambito dei classici.
Se qualcuno preferisce leggersi tutto Dostoevsky invece che un solo sudamericano che gli fa schifo, perché no???

[EDIT: rettifico, la Lessing non è nata in Inghilterra, bensì in Iran, e nonostante abbia vissuto a lungo in Africa viene considerata scrittrice inglese]

Avatar utente
francesina
Olandese Volante
Messaggi: 2150
Iscritto il: gio apr 05, 2007 2:19 pm
Località: Padova

Re: La disfida dei classici

Messaggio da francesina »

Post iniziale aggiornato :wink:
Luna78 io ti ho iscritto: mi confermi che sarai dei nostri, dai dai ? :D
Nous habiterons une maison sans murs, de sorte que partout où nous irons ce sera chez nous- J.Safran Foer, Extrêmement fort et incroyablement près

E finalmente lui pronunciò le due semplicissime parole che nemmeno una montagna di arte e ideali scadenti potrà mai screditare del tutto. I. McEwan, Espiazione

Sempre Francesina, anche su Anobii

Avatar utente
anatolla
Olandese Volante
Messaggi: 3055
Iscritto il: ven ago 11, 2006 4:10 pm
Località: ROMA
Contatta:

Re: La disfida dei classici

Messaggio da anatolla »

allora - piano di lettura - 10 titoli a caso dei "ho sempre voluto averli letti" (Grandi speranze)

fuori il primo:
1.1815 ---> EMMA di Jane Austen (ago 4-5)
2.1948 ---> 1984 di George Orwell (ago 11-12)

1605-15 - spagna ---> Don Quiquote de la Mancha (in attesa dal liceo)
1815 - scritto in francese dal conte polacco Jan Potocki---> Il manoscritto trovato a Saragozza (tanta di quella polvere nonostante lo abbia persino comprato nuovo)
1830-44 - francia ---> Il conte di Montecristo (da rileggere in italiano) --> Le rouge et le noir (in attesa dal liceo)
1837-60 - inghilterra --> Oliver Twist/Grandi speranze (in attesa dai tempi dell'universita')
1851 - USA --> Moby Dick (rackbc ottenuto ormai da tempo immemore)
1866-69-71 / russo ---> Delitto e Castigo/I demoni/ L'idiota (rilettura per vedere come e' diventato)
1875 - sudamerica --> A Escrava Isaura (romance – 1875) (conosciuto questoinverno al corso di portoghese) (sou novelista!)
1901 - tedesco --> I Buddenbook (visto che mi e' arrivato ieri)
1937 - danese?--> La Mia Africa (vi ricordate la Blixen Box?)
1946 - (manca l'Asia --> Autobiografia di uno yogi)
10. e infine last but not least Un ITALIANO!

INSOMMA CON 10 LIBRI NON SI COPRONO I 5 CONTINENTI perche' almeno uno a paese per la vecchia Europa ci vuole!
Ultima modifica di anatolla il lun ago 20, 2012 5:57 am, modificato 5 volte in totale.

Avatar utente
luna78
moderatrice
Messaggi: 2999
Iscritto il: ven giu 13, 2003 2:54 pm

Re: La disfida dei classici

Messaggio da luna78 »

francesina ha scritto:Luna78 io ti ho iscritto: mi confermi che sarai dei nostri, dai dai ? :D
Ho qualche dubbio solo perché so di essere molto umorale con le letture e faccio fatica ad "impormi" un tipo di libro.
Però dai, in un anno ce la potrei fare! Anche perché sono comunque libri che vorrei leggere da tanto! :)
Vero AcquarioImmagine Immagine
"Mi è sempre piaciuto il deserto.Ci si siede su una duna di sabbia.Non si vede nulla.Non si sente nulla.E tuttavia qualche cosa risplende in silenzio" Il Piccolo Principe
"La gente vede la follia nella mia colorata vivacità e non riesce a vedere la pazzia nella loro noiosa normalità!" - Il Cappellaio Matto - Alice in Wonderland

Avatar utente
lizzyblack
moderatrice
Messaggi: 12574
Iscritto il: mar feb 17, 2004 1:22 pm
Località: The Noble and Most Ancient House of Black, "Toujours Pur"
Contatta:

Re: La disfida dei classici

Messaggio da lizzyblack »

Ragazze, io credo che mi dissocerò dalla sfida a livello geografico. Sinceramente, il pensiero di leggere un altro libro di Marquez mi fa venire l'orticaria, e pure gli altri sudamericaninon è che siano proprio i miei autori preferiti... Di sudafricani ho letto qualcosa anni fa e direi che mi basta, almeno per ora :wink:
Direi che sono decisamente legata al continente Europeo :lol:
Quindi non so... non penso che sia corretto dire che sto partecipando alla disfida, diciamo che voglio leggermi qualche classico in più nel corso di questo anno... :think:
Liz

"If a cat could talk, he wouldn't..."
"Sono posseduto da una passione inesauribile che finora non ho potuto né voluto frenare. Non riesco a saziarmi di libri."
"Wit beyond measure is man's greatest treasure."

Le mie letture

ImmagineImmagineImmagineImmagine
ImmagineVero Acquario

Avatar utente
anatolla
Olandese Volante
Messaggi: 3055
Iscritto il: ven ago 11, 2006 4:10 pm
Località: ROMA
Contatta:

Re: La disfida dei classici

Messaggio da anatolla »

Io toglierei il vincolo geografico da questa sfida e anche il vincolo numerico
- sono daccordo!! pero' aggiungerei almeno a livello di linea guida il criterio cronologico, ossia cercare di ridistribuire un po' nei secoli. ad esempio nell'elenco che ho fatto a parte il don quijote che e' del 600, sono tutti dell'800 tranne 3.
quindi almeno uno per il 700bisogna che ci sia

Avatar utente
Éowyn
Olandese Volante
Messaggi: 7991
Iscritto il: mer gen 02, 2008 6:30 pm
Località: Prata di Pordenone
Contatta:

Re: La disfida dei classici

Messaggio da Éowyn »

francesina ha scritto:Per il Nord America io pensavo a Melville (ma Moby Dick no, non ce la posso fare :roll: )
Io l'ho lasciato a metà ancora... mhmm, credo 5 anni fa :lol:
Per l'Africa Subsahariana, se ti vanno bene anche i Nobel a me sono subito venuti in mente la Gordimer e Coetzee.
Sì, i Nobel vanno benissimo (anche se ho confuso la Lessing con la Gordimer Immagine
Per l'America Latina... come non ce n'è uno che ti tenti?? :shock: C'è tutto Marquez e Amado e l'estate è la stagione più adatta per affrontarne la lettura!
Hai citato i due che peggio ho sopportato :lol:
Vedrò Borges, mai affrontato :)
Ora completo il primo post con i link agli elenchi ma pensavo che sarebbe bello e utile che ognuno di noi avesse qui un proprio spazio "in progress" dove poter appuntare le proprie idee di lettura man mano che gli vengono in mente: una sorta di bozza di piano letture che possa essere utile come appunto personale e come fonte di ispirazione per gli altri... che ne dite? :think:.
Mi piace :yes!:
Appena capisco se il vincolo geografico ci sarà, se ci sarà o meno quello numerico e se spunterà fuori quello cronologico metto giù la lista definitiva :whistle:
In bc.com sono italianeowyn

Avatar utente
anatolla
Olandese Volante
Messaggi: 3055
Iscritto il: ven ago 11, 2006 4:10 pm
Località: ROMA
Contatta:

Re: La disfida dei classici

Messaggio da anatolla »

si parlasse però di provenienza dell'autore e non di ambientazione del libro
quindi propongo di essere larghi sul criterio geografico ossia la mia africa vale per l'africa e non e' importante la provenienza dell'autore o nazionalita' ma di piu' la lingua in cui e' scritto il libro (es. afrikaans) oppure se e' un classico di riferimento relativamente all'area geografica, che conti per quell'area (es. tristi tropici)

dai che per il Messico io ci metterei Cacucci!!

Avatar utente
anatolla
Olandese Volante
Messaggi: 3055
Iscritto il: ven ago 11, 2006 4:10 pm
Località: ROMA
Contatta:

Re: La disfida dei classici

Messaggio da anatolla »

cara Eo, cari tutti, dovete assolutamente leggere ( o almeno vedere il film) Laura Esquivel!

Avatar utente
Gahan
Olandese Volante
Messaggi: 2168
Iscritto il: gio lug 26, 2007 11:49 am
Località: Ziano Piacentino

Re: La disfida dei classici

Messaggio da Gahan »

anatolla ha scritto:
si parlasse però di provenienza dell'autore e non di ambientazione del libro
quindi propongo di essere larghi sul criterio geografico ossia la mia africa vale per l'africa e non e' importante la provenienza dell'autore o nazionalita' ma di piu' la lingua in cui e' scritto il libro (es. afrikaans) oppure se e' un classico di riferimento relativamente all'area geografica, che conti per quell'area (es. tristi tropici)
Scusa ma mi sembra una contraddizione su quello che avevi detto più sopra:
anatolla ha scritto:
Io toglierei il vincolo geografico da questa sfida e anche il vincolo numerico
- sono daccordo!!
Il criterio geografico rimane oppure no?
E quello cronologico?

Avatar utente
tilly77
Olandese Volante
Messaggi: 3887
Iscritto il: mar mar 01, 2005 6:29 pm
Località: Cesena
Contatta:

Re: La disfida dei classici

Messaggio da tilly77 »

Ahahah mi piace 'sta anarchia, stimola la discussione! :mrgreen: vediamo se stimolerà anche le letture! :pimp:

Avatar utente
anatolla
Olandese Volante
Messaggi: 3055
Iscritto il: ven ago 11, 2006 4:10 pm
Località: ROMA
Contatta:

Re: La disfida dei classici

Messaggio da anatolla »

dunque criterio geografico blando + 10 libri non bastano

Avatar utente
francesina
Olandese Volante
Messaggi: 2150
Iscritto il: gio apr 05, 2007 2:19 pm
Località: Padova

Re: La disfida dei classici

Messaggio da francesina »

Certo se inseriamo pure il criterio dei secoli la cosa si fa seria... nel senso che fatta eccezione per Cervantes io credevo di rimanere tra il XIX e il XX secolo :think:

Poi 10 libri forse non sono molti, ma mi sembrano sufficienti per fare un buon viaggetto e colmare qualche lacuna :whistle:
almeno uno a paese per la vecchia Europa ci vuole!
:shock: :shock: :shock:
questa praticamente dà le basi per un'altra sfida :think:
Nous habiterons une maison sans murs, de sorte que partout où nous irons ce sera chez nous- J.Safran Foer, Extrêmement fort et incroyablement près

E finalmente lui pronunciò le due semplicissime parole che nemmeno una montagna di arte e ideali scadenti potrà mai screditare del tutto. I. McEwan, Espiazione

Sempre Francesina, anche su Anobii

Avatar utente
anatolla
Olandese Volante
Messaggi: 3055
Iscritto il: ven ago 11, 2006 4:10 pm
Località: ROMA
Contatta:

Re: La disfida dei classici

Messaggio da anatolla »

fare un buon viaggetto e colmare qualche lacuna
ecco, questo mi sembra il VERO spirito della disfida
fare un bel viaggio :D

Avatar utente
mickymicky
Olandese Volante
Messaggi: 2495
Iscritto il: ven dic 03, 2004 8:52 pm
Località: Alba Adriatica
Contatta:

Re: La disfida dei classici

Messaggio da mickymicky »

A me sembra che stia diventando un po' troppo elaborata... io pensavo che avremmo semplicemente scelto qualche libro tra la lista di "imprescindibili" che ognuno di noi ha, ma che magari per vari motivi, ha sempre rimandato. Ad esempio io mi proponevo di riaffrontare Henry James con l'unico che mi manca, La coppa d'oro, di leggere finalmente Grandi Speranze di Dickens e qualcosa di Scott. Per ora mi rileggo l'opera omnia di Asimov ( ho visto che qualche suo libro è nella lista dei 1001) certo che se si deve andare a caccia di scrittori " esotici" non so se posso farcela...i miei interessi erano rivolti verso la lettura di opere inglesi, nordamericane e francesi ( volevo leggere qualcosa di Dumas)
Poi secondo me alcune letture sono più impegnative di altre: ad es. posso leggere un libro di Orwell in un paio di giorni, ma certo non posso nemmeno lontanamente paragonarmi con chi affrontasse la recherche o Moby Dick o anche l'Ulisse ( insomma, son tutti classici, ma qualcuno è più classico degli altri :mrgreen: )
Con me fanno lega i libri. Accorrono, si radunano, mi si attaccano addosso. (S. M. Ejzenstejn)
La mente è come un paracadute. Funziona solo se si apre. - Albert Einstein
http://www.officinadelleparole.info/
http://www.bookcrossing.com/mybookshelf/mickymicky
http://www.theliteracysite.com

Avatar utente
Pallina
Re del Mare
Messaggi: 1965
Iscritto il: ven nov 29, 2002 6:19 pm
Località: Pordenone
Contatta:

Re: La disfida dei classici

Messaggio da Pallina »

ci provo anche io :D

Avatar utente
cloe89
Corsaro Nero
Messaggi: 893
Iscritto il: mer apr 29, 2009 2:08 pm
Contatta:

Re: La disfida dei classici

Messaggio da cloe89 »

Voglio partecipare anch'io!! Chissà che non riesca a smaltire un po'di classici che ho a casa! :)

Avatar utente
Gahan
Olandese Volante
Messaggi: 2168
Iscritto il: gio lug 26, 2007 11:49 am
Località: Ziano Piacentino

Re: La disfida dei classici

Messaggio da Gahan »

mickymicky ha scritto:A me sembra che stia diventando un po' troppo elaborata... io pensavo che avremmo semplicemente scelto qualche libro tra la lista di "imprescindibili" che ognuno di noi ha, ma che magari per vari motivi, ha sempre rimandato. Ad esempio io mi proponevo di riaffrontare Henry James con l'unico che mi manca, La coppa d'oro, di leggere finalmente Grandi Speranze di Dickens e qualcosa di Scott. Per ora mi rileggo l'opera omnia di Asimov ( ho visto che qualche suo libro è nella lista dei 1001) certo che se si deve andare a caccia di scrittori " esotici" non so se posso farcela...i miei interessi erano rivolti verso la lettura di opere inglesi, nordamericane e francesi ( volevo leggere qualcosa di Dumas)
Poi secondo me alcune letture sono più impegnative di altre: ad es. posso leggere un libro di Orwell in un paio di giorni, ma certo non posso nemmeno lontanamente paragonarmi con chi affrontasse la recherche o Moby Dick o anche l'Ulisse ( insomma, son tutti classici, ma qualcuno è più classico degli altri :mrgreen: )
D'accordo al 100%! :D

Avatar utente
francesina
Olandese Volante
Messaggi: 2150
Iscritto il: gio apr 05, 2007 2:19 pm
Località: Padova

Re: La disfida dei classici

Messaggio da francesina »

Gahan ha scritto: D'accordo al 100%! :D
Pure io! 10 libri si gestiscono in un anno e le 6 aree di provenienza sono sufficientemente generiche per potersi muovere in libertà tra gli scaffali delle nostre biblioteche. Poi certo alcuni classici sono più "mattoni" di altri... io per esempio vorrei togliermi lo sfizio di leggermi Il circolo Picwick, Don Chisciotte e magari Le mille e una notte: va da sé che il classico americano e quello italiano saranno libretti più "snelli" :)
Nous habiterons une maison sans murs, de sorte que partout où nous irons ce sera chez nous- J.Safran Foer, Extrêmement fort et incroyablement près

E finalmente lui pronunciò le due semplicissime parole che nemmeno una montagna di arte e ideali scadenti potrà mai screditare del tutto. I. McEwan, Espiazione

Sempre Francesina, anche su Anobii

Rispondi