I. McEwan, La ballata di Adam Henry

Area dedicata alle recensioni (e conseguenti commenti) nonche' alle richieste di pareri sui libri.
ATTENZIONE: Specificate titolo e autore nell'oggetto, grazie!

Moderatori: aly24j, Therese, Marcello Basie

Rispondi
Avatar utente
francesina
Olandese Volante
Messaggi: 2216
Iscritto il: gio apr 05, 2007 2:19 pm
Località: Padova

I. McEwan, La ballata di Adam Henry

Messaggio da francesina »

Ho una vera e propria infatuazione per Mc Ewan, quindi avevo aspettative altissime su questo romanzo e ne bramavo la lettura sin dal giorno stesso della pubblicazione della traduzione italiana a cura, come sempre, di Einaudi. Effettivamente si è rivelata una lettura bellissima: di quei libri che fanno sbuffare davanti alle mille incombenze quotidiane che impediscono di fermarsi e dedicarsi al romanzo in lettura.
La scrittura elegante ed avvolgente di Mc Ewan narra qui di Fiona, giudice dell’alta corte britannica, alle prese con il caso di un ragazzo – l’Adam Henry del titolo- che rifiuta una trasfusione per coerenza con i dettami del suo credo religioso (è testimone di Geova) . Parallelamente alla vicenda giudiziaria e al viaggio che McEwan fa magistralmente compiere al lettore nelle aule dei tribunali londinesi, grande attenzione è dedicata alla vita privata di Fiona. Ho letto recensioni negative a questo libro che criticavano la scelta dell’autore di avere tolto spazio ad eventuali approfondimenti sulla questione etico-religiosa per dedicarne alla crisi coniugale della protagonista. Io non sono d’accordo: l’apertura sulle vicende personali di Fiona è servita per dare maggiore spessore al personaggio, a presentarlo nel suo lato di donna affermata nel lavoro ma anche combattuta e fragile su quello strettamente privato. Conoscerla nella sua complessità, inoltre, permette al lettore di capire come Fiona arriva a prendere la propria decisione circa il destino del giovane Adam Henry.
Here be spoilers
Mi è forse mancata la sensazione di inquietudine, quell’atmosfera di suspense che Mc Ewan spesso crea per turbare i lettori all’inizio dei suoi romanzi, ma chi leggerà il testo sino alla fine non sarà deluso dalla tragica intuizione di Fiona durante la sua esibizione al piano.
La ballata di Adam Henry è un romanzo bellissimo: leggetelo!

Ian McEwan, La ballata di Adam Henry
(titolo originale The children act)
Einaudi 2014, pagg. 208 €20,00
Nous habiterons une maison sans murs, de sorte que partout où nous irons ce sera chez nous- J.Safran Foer, Extrêmement fort et incroyablement près

E finalmente lui pronunciò le due semplicissime parole che nemmeno una montagna di arte e ideali scadenti potrà mai screditare del tutto. I. McEwan, Espiazione

Sempre Francesina, anche su Anobii

Avatar utente
Gahan
Olandese Volante
Messaggi: 2242
Iscritto il: gio lug 26, 2007 11:49 am
Località: Ziano Piacentino

Re: I. McEwan, La ballata di Adam Henry

Messaggio da Gahan »

Al contrario di Francesina non avevo aspettative altissime, essendo rimasta parzialmente delusa da Solar e totalmente da Miele.
Invece questo romanzo è decisamente meglio.
Non l'ho divorato, l'ho centellinato; è scritto talmente bene che mi spiaceva finirlo. Una sensazione che pochi libri riescono a darmi.

Per quanto riguarda la trama posso dire che mi aspettavo un finale più truce.
Here be spoilers
Mi immaginavo Adam Henry che sparava al giudice durante il concerto.
Peccato per la scelta del nome della protagonista. Per tutto il libro non ho fatto altro che immaginarmela
così. Poco importa che lo spelling del cognome fosse diverso. :lol: :lol: :lol:

Avatar utente
francesina
Olandese Volante
Messaggi: 2216
Iscritto il: gio apr 05, 2007 2:19 pm
Località: Padova

Re: I. McEwan, La ballata di Adam Henry

Messaggio da francesina »

Gahan ha scritto:
Peccato per la scelta del nome della protagonista. Per tutto il libro non ho fatto altro che immaginarmela
così. Poco importa che lo spelling del cognome fosse diverso. :lol: :lol: :lol:
:lol: :lol: :lol:
Beh, anzi... prima di vedere il tuo link ho temuto che ti fossi immaginata tutto il tempo quest'altra Fiona
Nous habiterons une maison sans murs, de sorte que partout où nous irons ce sera chez nous- J.Safran Foer, Extrêmement fort et incroyablement près

E finalmente lui pronunciò le due semplicissime parole che nemmeno una montagna di arte e ideali scadenti potrà mai screditare del tutto. I. McEwan, Espiazione

Sempre Francesina, anche su Anobii

Avatar utente
Gahan
Olandese Volante
Messaggi: 2242
Iscritto il: gio lug 26, 2007 11:49 am
Località: Ziano Piacentino

Re: I. McEwan, La ballata di Adam Henry

Messaggio da Gahan »

francesina ha scritto:quest'altra Fiona
:lol: :lol: :lol:

Rispondi