S. Lapid, Dalla nostra corrispondente

Area dedicata alle recensioni (e conseguenti commenti) nonche' alle richieste di pareri sui libri.
ATTENZIONE: Specificate titolo e autore nell'oggetto, grazie!

Moderatori: aly24j, Therese, Marcello Basie

Rispondi
Avatar utente
francesina
Olandese Volante
Messaggi: 2332
Iscritto il: gio apr 05, 2007 2:19 pm
Località: Padova

S. Lapid, Dalla nostra corrispondente

Messaggio da francesina »

Ambientazione originale quella di questo giallo datato 1989 ma pubblicato solo l’anno scorso da Astoria: siamo a Beer Sheeva, ai confini del deserto israeliano. In questa cittadina vivace e nei kibbutz che ne popolano la periferia si muove Lisa Badichi: giornalista quasi trentenne, ambiziosa e scaltra, ma anche goffa, in continua ed ansiogena competizione con un altro giovane giornalista ed inspiegabilmente inesperta in amore.
Non so perché abbia impiegato quasi un mese (!) a leggere questo libretto snello e tutto sommato scorrevole di nemmeno 250 pagine, costruito intorno ad un delitto ben raccontato ed all’inchiesta che Lisi conduce con/di nascosto dalla polizia per scoprirne l’autore. Forse i troppi personaggi o l’ambientazione originale ma non sufficientemente approfondita oppure -più probabilmente- il personaggio stesso di Lisi che non ho trovato né particolarmente simpatico né interessante.
Questo libro è il primo di una serie ed in Italia è già reperibile il secondo, ma non credo che – per il momento almeno- recupererò il seguito.

Shulamit Lapid, Dalla nostra corrispondente
Astoria -2014
pagg. 249 € 15,00
Nous habiterons une maison sans murs, de sorte que partout où nous irons ce sera chez nous- J.Safran Foer, Extrêmement fort et incroyablement près

E finalmente lui pronunciò le due semplicissime parole che nemmeno una montagna di arte e ideali scadenti potrà mai screditare del tutto. I. McEwan, Espiazione

Sempre Francesina, anche su Anobii

Rispondi