Come l'acqua che scorre - Marguerite Yourcenar

Area dedicata alle recensioni (e conseguenti commenti) nonche' alle richieste di pareri sui libri.
ATTENZIONE: Specificate titolo e autore nell'oggetto, grazie!

Moderatori: aly24j, Therese, Marcello Basie

Rispondi
Avatar utente
saturn111
Corsaro Nero
Messaggi: 893
Iscritto il: sab dic 20, 2014 5:22 pm

Come l'acqua che scorre - Marguerite Yourcenar

Messaggio da saturn111 »

Scritti in età giovanile ma pubblicati solo negli anni '80, questi racconti intimistici di Marguerite Yourcenar esprimono la profonda umanità con cui l'autrice tratta i suoi personaggi. Anna, soror è delicato e poetico. La sua protagonista decide di vivere il suo amore proibito nel solo modo che le viene consentito, rimanendogli ostinatamente fedele. Un amore che la isola da altri amori possibili. Nathanaël, in Un uomo oscuro, vive pienamente la sua vita suscitando anche curiosità e invidia. È come guidato inesorabilmente dal destino e alla continua ricerca di amore; quelli che incontra però sembrano sempre illusioni, amori mancati o irrealizzati. È un racconto pregno di solitudine e molto commovente. L'ultimo, Una bella mattina, è un breve racconto. L'unico in cui trova spazio l'intraprendenza e la ricerca di un futuro migliore e diverso. È soprattutto un fulminante ritratto della vita teatrale. Tutti i racconti sono accomunati dal peso e dall'importanza che i libri giocano nella vita dei protagonisti. A volte sono rifugio, a volte ricerca, a volte speranza, sembrano quasi decidere il destino dei personaggi. Lo stile di Yourcenar è meraviglioso. Pur essendo storie a tratti molto cupe, lasciano un senso di umanità molto forte. Il primo è il più poetico, il secondo esistenzialista, il terzo è più giocoso e gioioso.
My bookshelf | My Goodreads :wink:

:yell!: RING: Pyongyang - Guy DelisleRing a sorpresa "on the road"L'amica geniale - Elena Ferrante

I limiti esistono soltanto nell'anima di chi è a corto di sogni

Rispondi