Assassinio in libreria, Lello Gurrado

Area dedicata alle recensioni (e conseguenti commenti) nonche' alle richieste di pareri sui libri.
ATTENZIONE: Specificate titolo e autore nell'oggetto, grazie!

Moderatori: aly24j, Therese, Marcello Basie

Rispondi
Avatar utente
lunabluxxx
Re del Mare
Messaggi: 1352
Iscritto il: lun ago 09, 2004 11:13 pm
Località: Padova
Contatta:

Assassinio in libreria, Lello Gurrado

Messaggio da lunabluxxx »

Alla libreria Sherlockiana di Milano, specializzata in romanzi gialli, si festeggiano i dieci anni di attività: gli amici Camilleri, Faletti, Lucarelli, Carofiglio, Biondillo ed altri tra i migliori giallisti italiani attorniano la storica proprietaria, Tecla Dozio, autentica autorità in materia, che per l'occasione ha invitato anche un folto gruppo dei più noti scrittori stranieri, da Joe Lansdale a Fred Vargas a Paco Ignacio Taibo II.
Dopo aver servito il risotto alla milanese, però, Tecla riprende il suo bicchiere di prosecco, beve un sorso e crolla a terra, mortalmente avvelenata.
Turbati e addolorati, gli scrittori si trovano così coinvolti nelle indagini, e, ciascuno con il proprio metodo e spesso ispirandosi agli investigatori da loro creati, tentano di dare un contributo alle indagini per scoprire l'assassino dell'amica Tecla, che sembra da ricercare proprio nell'ambito editoriale...

Finalmente ho trovato questo libretto tra i remainders, dopo anni che speravo di leggerlo :D E' un breve romanzo molto piacevole ed ironico, quasi un divertissement zeppo in ogni pagina di richiami alla letteratura gialla: è davvero intrigante ritrovare i propri autori preferiti come personaggi di un libro! Forse approfondendo un po' di più la psicologia dei personaggi il risultato sarebbe stato ancora più interessante...ma probabilmente l'autore avrebbe rischiato di inimicarsi seriamente i colleghi :wink: :P
Tecla Dozio era davvero la proprietaria della libreria del giallo Sherlockiana, chiusa qualche anno fa, che era praticamente un paradiso per tutti gli appassionati del genere. Purtroppo l'unica nota di grande tristezza che mi ha accompagnato per tutto il libro è il pensiero che Tecla è mancata davvero pochi mesi fa :(
Dalla tua testa dalla tua carne
dal tuo cuore
mi sono giunte le tue parole
le tue parole cariche di te...
(N. Hikmet)

Sono lunabluxxx anche su aNobii

Rispondi