Alice Torriani, L'altra sete

Area dedicata alle recensioni (e conseguenti commenti) nonche' alle richieste di pareri sui libri.
ATTENZIONE: Specificate titolo e autore nell'oggetto, grazie!

Moderatori: aly24j, Therese, Marcello Basie

Rispondi
Avatar utente
bettyderob
Re del Mare
Messaggi: 1961
Iscritto il: mer nov 27, 2002 3:05 am
Località: Padova

Alice Torriani, L'altra sete

Messaggio da bettyderob »

Da diabetica che non ricorda neppure un giorno senza compagno di vita, non è stato semplice leggere tutto questo libro. Duro risentire quel profondo "Vorrei solo riaddormentarmi" di p.15 o l'immagine a pallini verdi troppe volte vissuta, "deve essere l'universo che si vede prima della morte, prima del coma" (p.197) Meravigliosa la figura dell'infermiera, il miglior mestiere del mondo (il mio) quando a p.32 dice "Stai qui con me". Da manuale, da epitaffio, da scriverlo su tutti i muri il VALORE della parola capisco che dl'autrice escrive a p. 22 Bella, semplicemente bella la descrizione a p. 31 del concepimento. Accidenti la descrizione materna a p.41 mi somiglia così tanto.... :-@ quanta solitudine nelle pagine dell'infanzia (43) Che ridere quando descrive l'ex con la fissa per il Daimoku (p.51) o le Issime a p.185 o a p. 68 ipo come manifestazione di Dio. P.175 eliminarmi non autodeterminarmi
TutteLeParoleCheRaccolgo, tutteLeParoleCheScrivo, devonoAprireInstancabiliLeAli, eNonFermarsiMaiNelLoroVolo, finoAGiungereLàDoveèIlTuoTriste, tristeCuore, eCantarePerTeNellaNotte, oltreIlLuogoOveMuovonoLeAcque, oscureDiTempestaOLucentiDiStelle. (Yeats)

Rispondi