Michela Marzano, Papà, Mamma e Gender

Area dedicata alle recensioni (e conseguenti commenti) nonche' alle richieste di pareri sui libri.
ATTENZIONE: Specificate titolo e autore nell'oggetto, grazie!

Moderatori: aly24j, Therese, Marcello Basie

Rispondi
Avatar utente
bettyderob
Re del Mare
Messaggi: 1961
Iscritto il: mer nov 27, 2002 3:05 am
Località: Padova

Michela Marzano, Papà, Mamma e Gender

Messaggio da bettyderob »

http://mattinopadova.gelocal.it/padova/ ... refresh_ce
Bello, un libro osteggiato nella mia città ma di valido spessore, scritto con la volontà di fare chiarezza in uno degli ambiti più confusi del nostro periodo: l'AMORE
Pag 28 Ogni opinione, per definizione, si argomenta e si discute. Solo i pregiudizi e gli stereotipi restano immobili anche di fronte alle argomentazioni. A p.46 una scoperta per me: alcuni aggettivi sono solo maschili (audace, impudente, egoista) ed altri solo femminili (civetta, debole, paziente, docile). A p. 55 Che differenza esiste, se ne esiste una, tra merito e sforzo? Per Aristotele l'uguaglianze consisteva nel dare cose uguali a persone uguali e cose diverse a persone diverse.
p.58 Cita M. Recalcati: La madre è il nome dell'Altro che non lascia che la vita cada nel vuoto, che la trattiene nelle proprie mani impedendole di precipitare.
P. 80 I no della vita hanno una ragione.
A p. 88 cita Oscar Wilde: Le cose nella vita non si studiano nè si imparano, ma si incontrano.
A p. 96 ho imparato la definizione per certi discorsi che non sopporto: HATE-SPEECH
A p. 137 La cultura reagisce sempre quando è confrontata a qualcosa che sembra turbare l'ordine.
A p. 138 Sono io. Impastata di tante e mille differenze rispetto a tanti uomini, ma anche a tante donne.
L'epilogo non ho voglia di trascriverlo tutto perchè ne lascio ad altri la scoperta, la scoperta dell'AMORE !!!
TutteLeParoleCheRaccolgo, tutteLeParoleCheScrivo, devonoAprireInstancabiliLeAli, eNonFermarsiMaiNelLoroVolo, finoAGiungereLàDoveèIlTuoTriste, tristeCuore, eCantarePerTeNellaNotte, oltreIlLuogoOveMuovonoLeAcque, oscureDiTempestaOLucentiDiStelle. (Yeats)

Rispondi