Massimo Cuomo, Bellissimo

Area dedicata alle recensioni (e conseguenti commenti) nonche' alle richieste di pareri sui libri.
ATTENZIONE: Specificate titolo e autore nell'oggetto, grazie!

Moderatori: aly24j, Therese, Marcello Basie

Rispondi
Avatar utente
francesina
Olandese Volante
Messaggi: 2253
Iscritto il: gio apr 05, 2007 2:19 pm
Località: Padova

Massimo Cuomo, Bellissimo

Messaggio da francesina »

Bellissimo è la storia dei due fratelli Santiago e Miguel e del loro rapporto di amore, odio, rivalità e fascinazione sullo sfondo dello Yucatan dagli anni 70 in poi. L’ambientazione è in effetti molto importante poiché molto a mio avviso deve questo romanzo alla letteratura sudamericana.
In primo luogo lo stile con le sue frasi dal ritmo quasi musicale, poi alcuni personaggi emblematici come il curandero o certe figure femminili, ma soprattutto il realismo magico che pervade il testo nella sua interezza e che rende credibili alcuni passaggi che, collocati altrove, avrebbero a dir poco stonato. Una sorta di aura magica è anche quella che circonda Miguel, il minore dei due fratelli che sin dalla nascita è quasi un oggetto di culto mistico nella natìa Mèrida per via della sua straordinaria bellezza.
Una caratteristica fisica che però ha il suo prezzo per tutti coloro che amano Miguel così come per lui stesso. Ho avuto come l’impressione che il suo personaggio fungesse quasi da cartina al tornasole per far emergere negli altri personaggi le questioni irrisolte delle rispettive vite:
Here be spoilers
in primis naturalmente Santiago, depauperato sin da bambino delle attenzioni che gli sarebbero state dovute e più tardi, in età adulta, dell’amore che aveva faticosamente conquistato; ma anche del padre, di cui emerge la frustrazione per una vita non vissuta nel suo pieno potenziale e la madre, che deve fare i contri con il non essere all’altezza di un marito e di un figlio così ammirati. Belle anche le due figure femminili di Rosita e Soledad.
Un libro bello, di cui ho letteralmente divorato le ultime 150 pagine e sul quale rifletterò ancora a lungo.
Nous habiterons une maison sans murs, de sorte que partout où nous irons ce sera chez nous- J.Safran Foer, Extrêmement fort et incroyablement près

E finalmente lui pronunciò le due semplicissime parole che nemmeno una montagna di arte e ideali scadenti potrà mai screditare del tutto. I. McEwan, Espiazione

Sempre Francesina, anche su Anobii

Avatar utente
Gahan
Olandese Volante
Messaggi: 2286
Iscritto il: gio lug 26, 2007 11:49 am
Località: Ziano Piacentino

Re: Massimo Cuomo, Bellissimo

Messaggio da Gahan »

Non so se hai il "potere" di scegliere solo libri belli, o se sei particolarmente brava a scrivere recensioni, però ogni volta che commenti un libro mi viene voglia di leggerlo!
Anche questo è finito in wishlist...

Avatar utente
francesina
Olandese Volante
Messaggi: 2253
Iscritto il: gio apr 05, 2007 2:19 pm
Località: Padova

Re: Massimo Cuomo, Bellissimo

Messaggio da francesina »

:D :D :D
Nous habiterons une maison sans murs, de sorte que partout où nous irons ce sera chez nous- J.Safran Foer, Extrêmement fort et incroyablement près

E finalmente lui pronunciò le due semplicissime parole che nemmeno una montagna di arte e ideali scadenti potrà mai screditare del tutto. I. McEwan, Espiazione

Sempre Francesina, anche su Anobii

Avatar utente
Gahan
Olandese Volante
Messaggi: 2286
Iscritto il: gio lug 26, 2007 11:49 am
Località: Ziano Piacentino

Re: Massimo Cuomo, Bellissimo

Messaggio da Gahan »

Finito!
Purtroppo mi aspettavo qualcosina in più...
Miguel mi è risultato antipatico da subito e poi quando hanno fatto sparire il cane è stato per me insopportabile, ho chiuso il libro e stavo per metterlo via decisa a non leggere nemmeno una pagina oltre. Poi ho deciso di proseguire e l'ho finito nel giro di un paio di giorni ma senza entusiasmo.
La sensazione è quella di avere davanti una serie di figurine di carta, personaggi senza spessore, caricature...
L'ambientazione è uno dei motivi che mi hanno spinta a leggere questo libro, perché sono stata in Messico due volte, proprio nello Yucatan, e non avevo mai letto un libro ambientato in quei luoghi. Però anche qui la sensazione è che Cuomo abbia sviscerato quelli che sono tutti i "cliché" della cultura messicana, senza andare mai un pochettino più a fondo.

Sono comunque contenta di essermi tolta la curiosità e ringrazio francesina per il prestito! :wink:

Avatar utente
francesina
Olandese Volante
Messaggi: 2253
Iscritto il: gio apr 05, 2007 2:19 pm
Località: Padova

Re: Massimo Cuomo, Bellissimo

Messaggio da francesina »

E' stato un piacere :D
A distanza di mesi dal termine della lettura la mia opinione è più tiepida e condivido con te che certe immagini siano troppo stereotipate. Credo che nel corso della lettura molto mi abbia colpita l'inquietudine di Santiago e come un rapporto tra fratelli possa essere doloroso e compromettere la propria stabilità emotiva invece che costituire quell'amore complice ed incondizionato che ogni genitore spera si instauri tra i propri figli.
Nous habiterons une maison sans murs, de sorte que partout où nous irons ce sera chez nous- J.Safran Foer, Extrêmement fort et incroyablement près

E finalmente lui pronunciò le due semplicissime parole che nemmeno una montagna di arte e ideali scadenti potrà mai screditare del tutto. I. McEwan, Espiazione

Sempre Francesina, anche su Anobii

Rispondi