Lo sguardo rovesciato, Roberto Cotroneo

Area dedicata alle recensioni (e conseguenti commenti) nonche' alle richieste di pareri sui libri.
ATTENZIONE: Specificate titolo e autore nell'oggetto, grazie!

Moderatori: aly24j, Therese, Marcello Basie

Rispondi
Avatar utente
Gahan
Olandese Volante
Messaggi: 2286
Iscritto il: gio lug 26, 2007 11:49 am
Località: Ziano Piacentino

Lo sguardo rovesciato, Roberto Cotroneo

Messaggio da Gahan »

"Miliardi di foto postate e condivise sui social network, di macchine analogiche e digitali sempre più sofisticate ma anche sempre più superate da tablet e smartphone. Miliardi di immagini da cui nei prossimi anni saremo invasi, perché mai come oggi la fotografia accompagna ogni momento delle giornate di noi tutti: fotografi più o meno consapevoli, che, con il semplice gesto di estrarre dalla tasca il telefonino, abbiamo imparato a consegnare vite intere, ricordi e bellezza, a flussi di immagini archiviate (e spesso dimenticate) in una memoria esterna artificiale. Immagini che crediamo eterne ma che sono, in realtà, molto più effimere e destinate all'oblio delle vecchie diapositive. Scatti che possiamo sì moltiplicare all'infinito ma che si riescono a visualizzare al meglio solo nelle ridottissime dimensioni della cornice di uno smartphone. Selfie che dimostrano fino a che punto la nuova fotografia dell'era digitale stia diventando sempre più specchio, e non finestra sul mondo. Perdendo per sempre la sua magia. Ma che ne sarà della verità e della potenza della fotografia? Che ne sarà della sua particolarissima magia, che rivela e spiega, che denuncia e mette a nudo? Se lo chiede Roberto Cotroneo in questo saggio sulla fotografia e la sua storia che è al contempo un personalissimo memoir, in grado di evocare sulla pagina la magia stessa delle immagini fotografiche."

Arrivata quasi alla fine dell'anno ed essendomi resa conto che nel 2018 non ho fotografato (se non in viaggio), ho deciso di darmi una scantata rinnovando in parte la mia attrezzatura e ricominciando a studiare un pochettino. Ho ricominciato da questo libro che avevo lì da un po'.
È un libro che va benissimo per i neofiti, dato che l'argomento riguarda principalmente come è cambiato il modo di fotografare dalle origini ai giorni nostri. Invece a un esperto potrebbe forse suonare come un elenco di banalità. Io mi metto nel mezzo: il libro dice sì delle cose che ho già sentito e non mi ha insegnato nulla di nuovo, ma un "ripasso" era quello che ci voleva in questo momento.

Rispondi