Dolcissime donne selvagge, SARK

Area dedicata alle recensioni (e conseguenti commenti) nonche' alle richieste di pareri sui libri.
ATTENZIONE: Specificate titolo e autore nell'oggetto, grazie!

Moderatori: aly24j, Therese, Marcello Basie

Rispondi
Avatar utente
Gahan
Olandese Volante
Messaggi: 2260
Iscritto il: gio lug 26, 2007 11:49 am
Località: Ziano Piacentino

Dolcissime donne selvagge, SARK

Messaggio da Gahan »

SARK è lo pseudonimo di Susan Ariel Rainbow Kennedy, un'americana che ha iniziato la sua "carriera" vendendo biglietti e poster realizzati artigianalmente da lei, contenenti messaggi e frasi motivazionali. Successivamente si è poi dedicata alla scrittura di "self-help books".
Questo libro è appunto un self-help book e, in quanto tale, non andrebbe letto e poi abbandonato su uno scaffale, ma tenuto a portata di mano e consultato frequentemente, se si intende intraprendere un percorso di quel tipo.
Io mi riservo di riprenderlo in mano tra qualche settimana, quando dovrò stilare la mia lista dei buoni propositi per l'anno nuovo, soprattutto per quanto riguarda la parte creativa.
Non ci ho trovato nulla di particolarmente illuminante anzi, è molto simile nei contenuti ad altri libri che ho già letto, tuttavia rinfrescarsi la memoria non fa mai male e la veste grafica è molto accattivante.
I testi sono scritti in un'alternanza tra caratteri tipografici standard, e font che imitano la scrittura manuale. Il tutto intervallato da disegnini e scarabocchi. Si ha la sensazione di avere tra le mani un diario, anziché un libro stampato. Fa venire voglia di prendere le matite colorate, sottolinearlo tutto, aggiungere i propri appunti e scarabocchi.
Alla fine di ogni capitolo c'è un breve elenco di musiche e film, e un elenco corposo di libri consigliati. Ahimè tra tutti quelli elencati ne ho letti solo due, e la stragrande maggioranza non nemmeno è tradotta in italiano.

Rispondi