Il talismano, Stephen King

Area dedicata alle recensioni (e conseguenti commenti) nonche' alle richieste di pareri sui libri.
ATTENZIONE: Specificate titolo e autore nell'oggetto, grazie!

Moderatori: aly24j, Therese, Marcello Basie

Rispondi
Avatar utente
Gahan
Olandese Volante
Messaggi: 2361
Iscritto il: gio lug 26, 2007 11:49 am
Località: Ziano Piacentino

Il talismano, Stephen King

Messaggio da Gahan »

Jack Sawyer, 12 anni, parte dal New Hampshire in missione per salvare sua madre che sta morendo di cancro. La missione consiste nel trovare "il Talismano", una pietra preziosa che servirà a guarirla. Jack viaggia simultaneamente attraverso l'America e "i Territori" una strana terra fantastica che si trova in un universo parallelo. Nei Territori, la regina Laura DeLoessian, gemellante della madre di Jack, sta morendo anche lei e, salvando sua madre, Jack salverà anche la regina, impedendo così l'ascesa al potere di gente malvagia.
Ma chi sono i gemellanti?
Ogni persona ha un proprio "gemellante" nei Territori, o identità parallele nel nostro mondo. Nascite, morti e altri eventi principali che riguardano i gemellanti si riflettono solitamente nel nostro mondo. I gemellanti possono "flippare" (ovvero migrare) nell'altro mondo, condividendo il corpo con quello del loro alter ego. In rari casi (come quello di Jack), una persona può morire in un mondo ma non nell'altro, rendendo il sopravvissuto un essere unico con la capacità di flippare tra i mondi, fisicamente con il proprio corpo e la propria mente. E così, per oltre 900 pagine, si segue il viaggio di Jack, viaggio pieno di insidie, pericoli e ostacoli...

È sicuramente il libro di King che ho fatto più fatica a finire.
Iniziato a luglio mentre ero in vacanza, me lo sono trascinato fino alla fine di novembre.
La storia non mi ha coinvolta e nemmeno mi è piaciuto com'è scritta, aspetto probabilmente peggiorato dalla traduzione e dai refusi (soprattutto confusione nei nomi di personaggi inseriti in contesti sbagliati, errore ripetuto più volte).
Non mi sono affezionata ai personaggi, mi sono rimasti tutti abbastanza indifferenti.
Ho trovato molto confusa la questione dei gemellanti, a tratti persone distinte, a tratti invece si parla di "trasformazione" da una persona ad un'altra... più avanti invece si parla di "fusione" tra una persona e l'altra... mah???
È anche vero che l'ho letto a spizzichi e bocconi, lasciando passare diverse settimane tra una sessione di lettura e l'altra, per cui può darsi che mi sia persa qualche cosa.
In generale comunque non mi piacciono i libri scritti a quattro mani (ed è anche il motivo per cui ho aspettato tanto prima di affrontare questo libro di King del 1984) infatti qui si vede proprio che non è il solito King.

Rispondi