C. Schreiber, La felicità di Emma

Area dedicata alle recensioni (e conseguenti commenti) nonche' alle richieste di pareri sui libri.
ATTENZIONE: Specificate titolo e autore nell'oggetto, grazie!

Moderatori: aly24j, Therese, Marcello Basie

Rispondi
Avatar utente
francesina
Olandese Volante
Messaggi: 2272
Iscritto il: gio apr 05, 2007 2:19 pm
Località: Padova

C. Schreiber, La felicità di Emma

Messaggio da francesina »

Emma è una giovane donna che vive in una fattoria immersa in un punto remoto della campagna tedesca. Abbrutita da un’infanzia priva di amore, dalla solitudine e dal peso di un lavoro faticoso, vive un’esistenza sopra le righe circondata dai soli animali della sua fattoria e dalla sporcizia che accumula nella sua casa. Anche Max, in città, vive un’esistenza solitaria: lui però combatte ne combatte la difficoltà imponendosi un ordine rigorosissimo e tante piccole manie. Quando i due si incontrano in circostanze surreali daranno vita ad un rapporto insolito, ma che sarà in grado di far rimarginare ad entrambi ferite ancora aperte dei rispettivi passati. Un libro che, con un tono scanzonato ed avvenimenti a volte poco credibili, è in realtà piuttosto amaro. Bella, però, l’apertura sul finale. Carino.
Nous habiterons une maison sans murs, de sorte que partout où nous irons ce sera chez nous- J.Safran Foer, Extrêmement fort et incroyablement près

E finalmente lui pronunciò le due semplicissime parole che nemmeno una montagna di arte e ideali scadenti potrà mai screditare del tutto. I. McEwan, Espiazione

Sempre Francesina, anche su Anobii

Rispondi