Lettere da Omsk - Ornella Sabia

Area dedicata alle recensioni (e conseguenti commenti) nonche' alle richieste di pareri sui libri.
ATTENZIONE: Specificate titolo e autore nell'oggetto, grazie!

Moderatori: aly24j, Therese, Marcello Basie

Rispondi
Avatar utente
Therese
moderatrice
Messaggi: 5748
Iscritto il: mer feb 05, 2003 8:33 pm
Località: Perugia
Contatta:

Lettere da Omsk - Ornella Sabia

Messaggio da Therese »

"Prendete la vita con leggerezza, ché leggerezza non è superficialità, ma planare sulle cose dall’alto, non avere macigni sul cuore" I. Calvino

Questo è un libro scritto con leggerezza pensosa, come direbbe Calvino, una leggerezza che ti fa correre sulle pagine guidata per mano da Anna Rita la zitella, una donna ironica a cui la vita ha messo addosso parecchie zavorre: un lavoro in un ambiente ostile, una vita piatta, un amore scomparso lasciandosi dietro rimpianti e dubbi, la pressione di chi ti sta intorno e t'interroga sugli obiettivi che devi aver raggiunto a quarant'anni, altrimenti che hai fatto?
Anna Rita decide di lasciare i pesi che la tengono inchiodata a terra e di volare sulle ali dell'amore perduto e soprattutto con le ali che solo le pagine di un libro ci possono donare: così supera la sua vita grigia, i suoi preconcetti sulle persone che incontra, quell'amore in fondo così sbagliato, attraversa i muri di un'europa brutta e divisa che tanto piacerebbe ad alcuni politici odierni, e alla fine trova ciò che non cercava, ma le era sempre mancato.
Perchè per trovare sè stessi l'unica cosa da fare è perdersi.

Un libro ironico e originale, l'unica pecca è che nel finale la narrazione accelera un po' troppo e gli eventi si affastellano tutti insieme, per il resto una lettura davvero divertente.
-...è solo che non ho tempo per leggere.
- Mi dispiace per te.
- Oh, non direi.Ci sono tanti altri modi per passare il tempo.
Giulio vorrebbe replicare che leggere non è "passare il tempo"...
(T. Avoledo)

cinefila integralista

Non inviatemi ring senza avvertire, grazie ^_^

Rispondi