Ancora un giorno - R. Kapuscinski

Area dedicata alle recensioni (e conseguenti commenti) nonche' alle richieste di pareri sui libri.
ATTENZIONE: Specificate titolo e autore nell'oggetto, grazie!

Moderatori: aly24j, Therese, Marcello Basie

Rispondi
Avatar utente
lisolachenonce
Olandese Volante
Messaggi: 5346
Iscritto il: lun mar 03, 2003 4:46 pm
Località: Pisa
Contatta:

Ancora un giorno - R. Kapuscinski

Messaggio da lisolachenonce »

Ancora un giorno - R. Kapuscinski

Sul forum non c'è una recensione ma c'è il thread di un ring: viewtopic.php?f=23&t=21055
e il link alle je. cone parecchie recensioni http://www.bookcrossing.com/journal/6245762/J_10655726

Nel libro viene raccontata una parte della guerra civile angolana prima e dopo la formale dichiarazione di indipendenza dal Portogallo.
L'autore si trova a Luanda (la capitale dell'Angola) come corrispondente estero del suo paese, la Polonia, e racconta sia le incursioni al fronte (anzi ai vari fronti), sia la fuga dei portoghesi, sia le interazioni con le autorità e i posti di blocco. Il tutto inframmezzato dalle comunicazioni via telex (il telex, ve lo ricordate!?!) con i colleghi della redazione polacca e con i coinquilini dell'hotel il cui è alloggiato. Una carrellata di personaggi indimenticabili anche se descritti con qualche paragrafo.
Un episodio, però, spicca fra tutti, e si capisce che ha segnato profondamente l'animo di Kapuscinski: la breve storia, centrale nel romanzo, di Carlotta, la cui foto, scattata durante il viaggio insieme al fronte, diventa la copertina del libro.
Carlotta, bella e piena di vita, esperta guerrillera, è la loro scorta verso il fronte meridionale del tutto sguarnito. Al ritorno, sceglierà di restare nell'avamposto meridionale e verrà falciata dall'offensiva sudafricana poche ore dopo aver salutato Kapuscinski e altri reporter che riescono invece a rientrare a Luanda.
Segnato da questa ed altre vicende tragiche che lo toccano molto da vicino, nel momento in cui la guerra sta volgendo al termine, Kapuscinski chiede il rimpatrio, via Lisbona.
Amai la verità che giace al fondo, quasi un sogno obliato (U.Saba)
Piove sui panni stesi
perché niente va mai come dovrebbe...(Kegiz)
Nam concordia parvae res crescunt, discordia maximae dilabuntur.(Sallustio)
La pagina FB di Bookcrossing-Pisa
Al 9 Marzo 2010 ho rilasciato 542 libri
LE MIE ETICHETTE E I MIEI RING
Su anobii sono lisolachenoncè

Rispondi