Bookcrossing Italy

All your books are belong to us! -- Il forum dei bookcorsari italiani
Oggi è lun lug 16, 2018 9:01 am

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 10 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Sibilla Aleramo - Una Donna
MessaggioInviato: dom mar 07, 2004 3:45 pm 
Non connesso
Re del Mare
Avatar utente

Iscritto il: lun mag 12, 2003 11:41 pm
Messaggi: 1942
Località: L'Aquila
Ho appena finito di leggere Una Donna di Sibilla Aleramo, davvero un bel libro anche se un pò crudo e triste, ma fa riflettere molto, soprattutto fa pensare che cisono persone che considerano le donne ancora come in quel libro. Davvero un gran libro, secondo me uno di quei libri da leggere!!!!

_________________
Forse la giovinezza è solo questo perenne amare i sensi e non pentirsi. (S.PENNA)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun mar 08, 2004 12:04 pm 
Non connesso
Olandese Volante
Avatar utente

Iscritto il: gio set 18, 2003 5:15 pm
Messaggi: 2448
Località: Berlino-Roma (col cuore sempre, di persona troppo poco)
Lo lessi tempo fa.Mi piacque l'attualitá del pensiero della Aleramo.
Dopo quasi 100 anni ,moralitá e conformismo , uso e consumo della donna , non hanno fatto molti passi avanti.

_________________
Immagine Advanced Open Water Diver
il mio ASTEROIDE


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer nov 22, 2006 9:25 pm 
Non connesso
Olandese Volante
Avatar utente

Iscritto il: ven mar 14, 2003 10:00 pm
Messaggi: 3660
Località: Torino
Se non ci si lascia scoraggiare da uno stile molto ricercato e “ottocentesco”, si scoprirà un libro estremamente moderno e, purtroppo, ancora oggi in certe situazioni così attuale.
E’ una lotta di rivendicazione della dignità femminile così calpestata dalla società e dalle convenzioni: la donna non ha diritti, è completamente succube al marito di cui sopporta ogni angheria e violenza. La protagonista si contrappone alla figura della madre di cui sembra ripercorrere lo stesso cammino: la madre così fragile si è annullata per amore dei figli cercando prima il suicidio e poi la fuga da una vita infelice richiudendosi in un manicomio. La figlia sembra dover anche lei soccombere a un destino amaro: sposa il suo stupratore ma non riuscirà mai ad amare un marito che disprezza e di cui non tollera la vicinanza fisica. Ma c’è un figlio: il figlio è tutto per lei e sa che in caso di separazione non lo vedrà più. La scelta è drammatica e lei pensa al suicidio. Però poi decide in maniera assolutamente anticonvenzionale:
Cita:
piuttosto di perdere la propria dignità rinuncia al proprio figlio che non vedrà più e abbandona quella casa che per lei è una prigione.
E’ enorme questa ribellione: non abbandona solo un marito, ma addirittura il proprio figlio mettendo quindi in discussione il ruolo stesso della famiglia.
E’ una rivolta quindi anche contro il ruolo della donna come madre che si immola per l’amore dei figli:
“…perché nella maternità adoriamo il sacrificio? Dove è scesa a noi questa inumana idea dell’immolazione materna? Di madre in figlia, da secoli, si tramanda il servaggio. E’ una mostruosa catena.”
Ed è una rivolta soprattutto contro l’ipocrisia dominante: di chi mantiene una moglie perché gli allevi ubbidiente e in silenzio i figli e poi coltiva le proprie passioni con altre donne e vive la sua vita sociale senza coinvolgerla se non come ornamento di una vita borghese apparentemente “perfetta”.

_________________
"I libri li rubavo. I libri non dovrebbero costare nulla, pensavo allora e penso ancora oggi".
(Pascal Mercier, "Treno di notte per Lisbona)

Immagine Immagine


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer nov 22, 2006 10:04 pm 
Non connesso
Olandese Volante
Avatar utente

Iscritto il: ven mag 06, 2005 2:10 pm
Messaggi: 3869
Località: Como
Ho partecipato proprio l'altro giorno ad una conferenza, organizzata all'Università Popolare qui a Como,su Sibilla Aleramo.
Mi ha colpito la figura di questa donna e il rapporto che aveva con suo padre,che in qualche modo ha idolatrato fino a quando ha scoperto che tradiva la madre.
Leggerò questo libro che è quasi una sorta di diario a quanto ho capito,o mi sbaglio?

_________________
My Wishlist

La mia libreria su aNobii

Bookshelf

Immagine


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer nov 22, 2006 11:45 pm 
Non connesso
Olandese Volante
Avatar utente

Iscritto il: ven mar 14, 2003 10:00 pm
Messaggi: 3660
Località: Torino
Cita:
Leggerò questo libro che è quasi una sorta di diario a quanto ho capito,o mi sbaglio?

il romanzo è fortemente autobiografico ma non è in forma di diario e verso la fine la scrittrice scrive che il libro è per suo figlio perchè la possa capire.

_________________
"I libri li rubavo. I libri non dovrebbero costare nulla, pensavo allora e penso ancora oggi".
(Pascal Mercier, "Treno di notte per Lisbona)

Immagine Immagine


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio nov 23, 2006 1:37 pm 
Non connesso
Olandese Volante
Avatar utente

Iscritto il: ven mag 06, 2005 2:10 pm
Messaggi: 3869
Località: Como
Mi hanno anche detto che c sono un'infinità di lettere scritte dalla Aleramo agli amanti (che sono parecchi a quanto pare), e che queste lettere sono il meglio della sua produzione

_________________
My Wishlist

La mia libreria su aNobii

Bookshelf

Immagine


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun nov 27, 2006 8:53 pm 
Non connesso
Spugna

Iscritto il: lun nov 27, 2006 6:58 pm
Messaggi: 31
Località: Palma di Montechiaro (le coeur ailleurs...)
Cara Mickey, erano quelli tempi in cui il telefono non si usava che poco e rapidissimamente....per fortuna ci restano non solo lettere alate nelle quali chi già famoso (Aleramo) scriveva a chi sperava di diventarlo (Quasimodo), ma anche cronache di una vita quotidiana difficilissima (quella di Quasimodo,appunto ). Ho letto Una donna quando ero giovanissima: all'epoca era uno dei "manifesti" del movimento femminista. Le corrispondenze sono interessanti ( forse quella con Campana lo è di più, fra quelle note e pubblicate) proprio perchè aprono uno squarcio sulla vita di "Sibilla", quella di ogni giorno, dove lottava per guadagnare a Quasimodo un qualche riconoscimento...sapere che avrebbe vinto il Nobel!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun nov 27, 2006 9:41 pm 
Non connesso
Spugna

Iscritto il: lun nov 04, 2002 8:47 am
Messaggi: 43
Località: Corsico
e poi, si parla di letteratura, di pensieri formulati senza la mediazione percettiva di tutto l'armamentario che oggi utilizziamo. per cui pensieri che lasciano un segno. che offrono riflessione. che inducono ad andare al di là del testo nei mondi in cui ci si immaginava...ah, quanto mi manca! ora questo lo si può trovare o ritrovare in ben poca (non assente - ma manchevolemente da noi lettori richiesta agli editori) letteratura


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Sibilla Aleramo - Una Donna
MessaggioInviato: mer giu 06, 2018 9:39 am 
Non connesso
Re del Mare
Avatar utente

Iscritto il: gio lug 26, 2007 11:49 am
Messaggi: 1922
Località: Ziano Piacentino
A me non è proprio piaciuto. Nonostante capisca che sia un testo importante per la figura della donna e apprezzi il coraggio di pubblicare una storia che affronta tematiche indubbiamente scabrose per l'epoca, non mi sono sentita coinvolta, non mi sono emozionata, ho solo provato noia, pagina dopo pagina, non vedevo l'ora che finisse... Come altri libri italiani del '900, ho fatto fatica a leggerlo per la sintassi arzigogolata ormai troppo lontana dal nostro modo di scrivere e di pensare. Spessissimo mi sono persa nei meandri delle lunghe frasi piene di arcaismi, pensando bellamente ai fatti miei e perdendo continuamente il filo del discorso.
Quest'anno mi ero imposta di leggere due italiani del '900, l'anno scorso me ne ero imposta 3, ma devo dire che non sono rimasta per nulla soddisfatta né l'anno scorso né quest'anno, quindi mi sto chiedendo se valga ancora la pena di andare avanti su questa linea...

_________________
My life is a reading list.

GDL - Ulisse di Joyce
Reading Challenge 2018

http://www.bookcrossing.com/mybookshelf/Gahan
http://gruppodiletturaziano.blogspot.com/

Sono anche su goodreads


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Sibilla Aleramo - Una Donna
MessaggioInviato: dom giu 10, 2018 11:17 am 
Non connesso
Corsaro Verde
Avatar utente

Iscritto il: sab dic 20, 2014 6:22 pm
Messaggi: 801
Nonostante dal punto di vista estetico lo stile mi sia risultato un po' pesante, ho trovato il soggetto del libro molto interessante. È un quadro della vita femminile borghese dei primi del Novecento che purtroppo in alcune situazioni è ancora attuale. Se, fortunatamente, con la legge sul divorzio l'emancipazione femminile ha avuto una svolta epocale, l'idea della donna legata indissolubilmente al ruolo di moglie e di madre permane. La protagonista cerca la felicità in un uomo che possa capirla o nel figlio che alleva ma poi si rende conto che deve vivere prima di tutto per sé stessa; che il desiderio di una donna di affermarsi non è egoistico e ne va della propria dignità. Tutto ciò non è scontato ancora oggi, considerando per esempio che nel sud Italia la metà delle donne non lavora... O che avere un figlio in Italia significa precludersi numerose opportunità. Per non parlare delle violenze, del dispotismo del marito proprietario, letteralmente, della vita della moglie e del figlio... È un testo che andrebbe riscoperto, soprattutto nelle scuole, in cui la letteratura femminile è quasi mai presa in considerazione.

_________________
My bookshelf :wink:

:yell!: RING: Pyongyang - Guy DelisleRing a sorpresa "on the road"L'amica geniale - Elena Ferrante

I limiti esistono soltanto nell'anima di chi è a corto di sogni


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 10 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010
[ Time : 0.067s | 13 Queries | GZIP : On ]