Björn Larsson: La vera storia del Pirata Long John Silver

Area dedicata alle recensioni (e conseguenti commenti) nonche' alle richieste di pareri sui libri.
ATTENZIONE: Specificate titolo e autore nell'oggetto, grazie!

Moderatori: aly24j, Therese, Marcello Basie

Rispondi
Avatar utente
Yubi40
Bucaniere
Messaggi: 294
Iscritto il: mer mag 05, 2004 6:25 pm
Località: Svizzera TI
Contatta:

Björn Larsson: La vera storia del Pirata Long John Silver

Messaggio da Yubi40 »

Devo dire, che ci sono stati dei momenti, nei quali mi chiedevo, perché "sprecavo" il mio tempo a leggere come viveva un figuro come John Silver. Anche perché di personaggi molto simili ne ho incontrati, in mare, e non mi hanno lasciato un ricordo molto bello. Poi però continuavo, perché Larsson rappresenta attraverso il personaggio e le sue vicissitudini, tutti gli aspetti della vita in mare di quel tempo (prima metà del 18mo secolo): la marina commerciale, il contrabbando con la Francia, le navi negriere, la vita nelle colonie, i bucanieri, i pirati ... insomma dipinge un gran quadro, con molta maestria e passione per il tema, che si resta per forza affascinati!
John Silver da parte sua resta fedele a sé stesso dall'inizio alla fine, ed è anche l'unico al quale mostra fedeltà. Per me la sua vita è come la vede il suo amico Jack, in gran parte "senz'anima". Nonostante le avventure, i lati positivi e negativi, a me restava sempre un senso di freddo, di vuoto in tutto questo. Certo, sarà stata la vita di tanti marinai, ma appunto, sentivo solo un certo freddo ...
Inoltre Silver, essendo "l'autore" della biografia, esprime nel suo personaggio anche pensieri riguardanti lo scrivere (e dello scrittore Larsson?):
"Impara a raccontare storie. Impara a inventare e a mentire. Te la caverai sempre."
"... parlare alla gente, per non essere dannatamente soli in questo mondo, a conti fatti."
"... una vita che non sopravviva alla propria morte, in un modo o nell'altro, sulle pagine di un libro o sulla bocca della gente, non è che una cacatura di mosca. O rugiada che evapora al sole."
Le parole sono "per alcuni" ... "una specie di malattia o di veleno, come dio per i preti, e il rum per i pirati."
"... se c'è una cosa da cui ci si deve tener lontani, se si vuole restare sani di mente, è proprio la scrittura."
"... scrivere è un mestiere solitario, ancor più solitario, ho scoperto, che vivere, ..."
Un libro affascinante, ma che non rileggerei, almeno non subito
"... as every one knows, meditation and water are wedded for ever"
"... of all tools used in the shadow of the moon, men are most apt to get out of order."
H.Melville, "Moby Dick"

"Fra la vita e la morte c'è un posto dove si può mettere in equilibrio l'impossibile"
Amy Tan "I cento sensi segreti"

Avatar utente
alexyr
Re del Mare
Messaggi: 1907
Iscritto il: sab set 27, 2003 7:53 pm
Località: milano-sanremo..provate a prendermi....

Messaggio da alexyr »

so che l'ho letto, svetta felicemente da quelche parte in biblioteca,.
Anche a me aveva dato un'idea di ben scritto,ben sceneggiato,ma incompleto. O meglio, come tu ben dici, freddo.
ma '"le parole per alcuni sono come veleno" mi é rimasto stampigliato addosso a caratteri scarlatti come la celebre A...
**utcumque de me vulgo mortales lucuuntur**
www.enricogianfranchi.com (my favourite photo)
http://perasperaadastra.iobloggo.com perchè non appestare il web,se puoi?

Avatar utente
Yubi40
Bucaniere
Messaggi: 294
Iscritto il: mer mag 05, 2004 6:25 pm
Località: Svizzera TI
Contatta:

Grazie alexyr!

Messaggio da Yubi40 »

Almeno qualcuno che l'ha letto :wink:
Sto cercando di leggere "Il porto dei sogni incrociati", ma preferisco "La saggezza del mare": li conosci?
"... as every one knows, meditation and water are wedded for ever"
"... of all tools used in the shadow of the moon, men are most apt to get out of order."
H.Melville, "Moby Dick"

"Fra la vita e la morte c'è un posto dove si può mettere in equilibrio l'impossibile"
Amy Tan "I cento sensi segreti"

Avatar utente
alexyr
Re del Mare
Messaggi: 1907
Iscritto il: sab set 27, 2003 7:53 pm
Località: milano-sanremo..provate a prendermi....

Messaggio da alexyr »

yubi ti prego gli autori,ho pessima memoria per i titoli...
**utcumque de me vulgo mortales lucuuntur**
www.enricogianfranchi.com (my favourite photo)
http://perasperaadastra.iobloggo.com perchè non appestare il web,se puoi?

Avatar utente
Yubi40
Bucaniere
Messaggi: 294
Iscritto il: mer mag 05, 2004 6:25 pm
Località: Svizzera TI
Contatta:

Messaggio da Yubi40 »

Ehm, entrambi di Larsson :wink:
"... as every one knows, meditation and water are wedded for ever"
"... of all tools used in the shadow of the moon, men are most apt to get out of order."
H.Melville, "Moby Dick"

"Fra la vita e la morte c'è un posto dove si può mettere in equilibrio l'impossibile"
Amy Tan "I cento sensi segreti"

Avatar utente
alexyr
Re del Mare
Messaggi: 1907
Iscritto il: sab set 27, 2003 7:53 pm
Località: milano-sanremo..provate a prendermi....

Messaggio da alexyr »

vedi,sono una tragedia...
**utcumque de me vulgo mortales lucuuntur**
www.enricogianfranchi.com (my favourite photo)
http://perasperaadastra.iobloggo.com perchè non appestare il web,se puoi?

Avatar utente
Yubi40
Bucaniere
Messaggi: 294
Iscritto il: mer mag 05, 2004 6:25 pm
Località: Svizzera TI
Contatta:

Lunedi 14/6/04: Björn Lasson a Lugano

Messaggio da Yubi40 »

Ospite del P.E.N. club, Larsson sara' a Lugano, Per maggiori informazioni vedi area generica
"... as every one knows, meditation and water are wedded for ever"
"... of all tools used in the shadow of the moon, men are most apt to get out of order."
H.Melville, "Moby Dick"

"Fra la vita e la morte c'è un posto dove si può mettere in equilibrio l'impossibile"
Amy Tan "I cento sensi segreti"

Avatar utente
zazie
Olandese Volante
Messaggi: 3653
Iscritto il: mer nov 06, 2002 10:06 pm
Località: Milano (oramai)
Contatta:

Messaggio da zazie »

La storia di Long John mi è piaciuta un sacco (dite che è freddo? Mah...) non altrettanto "Il porto dei destini..." quello sì, decisamente troppo nordico per i miei gusti.
Proverò a dargli un'altra chance con "La saggezza del mare", se dite che ne vale la pena.
Sarebbe bello stilare una classifica dei più bei libri sul mare, dato che pare ci siano molti bc appassionati (mi sa ch adesso la lancio in area apposita:-))

Avatar utente
Therese
moderatrice
Messaggi: 5704
Iscritto il: mer feb 05, 2003 8:33 pm
Località: Perugia
Contatta:

Re: Björn Larsson: La vera storia del Pirata Long John Silve

Messaggio da Therese »

Scrivere l'autobiografia di un personaggio letterario è già un'idea geniale, se poi si sceglie uno dei personaggi più famosi della letteratura il rischio che si corre è molto alto, ma Larsson sa esattamente quello che fa e riesce a rendere Long John Silver un personaggio ambiguo, fedele solo a sé stesso, eppure indiscutibilmente affascinante. La sua vita è una narrazione trascinante, ho letto altri libri sui pirati molto ben scritti, eppure questo è ad un altro livello e credo dipenda dal fatto che l'autore è un marinaio ed ama moltissimo il mare, questo gli permette di calarsi più profondamente nella comprensione degli uomini di mare, quel richiamo irresistibile ad imbarcarsi, quel senso di solitudine e quella capacità tuttavia di agire tutti insieme per governare la nave come se fossero gli ingranaggi di un orologio. Un libro molto bello, un antieroe che si racconta per lasciare una traccia della propria esistenza, per non essere "una cacata di mosca, come tanti altri".
-...è solo che non ho tempo per leggere.
- Mi dispiace per te.
- Oh, non direi.Ci sono tanti altri modi per passare il tempo.
Giulio vorrebbe replicare che leggere non è "passare il tempo"...
(T. Avoledo)

cinefila integralista

Non inviatemi ring senza avvertire, grazie ^_^

Rispondi