Mildred Pierce

Certe volte, mettere in moto il cervello per immaginarsi luoghi e situazioni descritti nei libri ci sa fatica, e allora ci si butta sui film. Ma quali? "Parliamone, apriamo un dibattito!" (cit.)

Moderatori: Gjko, etnagigante

Rispondi
Avatar utente
lilacwhisper
moderatrice
Messaggi: 4444
Iscritto il: mer giu 25, 2008 7:09 pm
Località: Piacenza
Contatta:

Mildred Pierce

Messaggio da lilacwhisper »

In questi due giorni, complice l'afa e la noia pomeridiana, mi sono messa a guardare questa miniserie della HBO in 5 puntate.
Si tratta di una serie ispirata al romanzo omonimo di James M. Cain, pubblicato nel 1941, che aveva già ispirato il film del 1945 Il romanzo di Mildred (il libro, tradotto in italiano, dovrebbe essere stato pubblicato da Einaudi e anche da Bompiani).

Immagine

Los Angeles, anni '30. Mildred Pierce è una donna che divorzia dal marito disoccupato e inefficiente e lotta per mantenere se stessa e le sue due figlie durante la Grande Depressione. L’eccessivo attaccamento nei confronti della figlia maggiore Veda la spinge a una scalata verso il successo, che da cameriera la vede diventare proprietaria di ristoranti,
Here be spoilers
ma anche a scelte sbagliate sul piano professionale e privato che condurranno a conseguenze molto disastrose.


E' una miniserie molto ben fatta, a partire dai costumi che sono davvero stupendi, in pieno stile anni '30 (cappellini vezzosi, stole, gonne a tubo e così via 8) ). La trama a volte scivola un pochino sul sentimentale, ma è una serie in cui non mancano i colpi di scena e i capovolgimenti totali. Kate Winslet (Mildred) è semplicemente superba (come sempre :D ), sia come moglie repressa prima, sia come donna in carriera in seguito. Vi è tuttavia un'altra protagonista che le contende la scena, ed è la figlia Veda, per la quale Mildred rischierà tutto e ci rimetterà tantissimo
Here be spoilers
(secondo marito compreso).
Le due attrici che la interpretano, una adolescente e l'altra più adulta (anche se in realtà la donna che vediamo dovrebbe avere suppergiù 17 anni :think: ), sono bravissime nel rendere alla perfezione
Here be spoilers
quel concentrato di vanità, cattiveria, sete di vendetta e antipatia che è Veda, così folle da mettersi a strimpellare un can can al pianoforte dopo aver preso a sberle sua madre. Sinceramente, il personaggio è talmente gramo che quando sua madre tenta di strangolarla, beh, credo che sia difficile non pensare un bel "Ben ti sta!" :twisted: Peccato che Mildred per gran parte del film non faccia altro che viziare sua figlia e dargliele tutte vinte... ci vuole proprio la bancarotta per farle capire che le cose non vanno.

E' una serie forse non originalissima per quanto riguarda l'idea di base, ovvero quello della tipica self-made woman americana che incontra prima il successo e poi, perdendo il contatto con la realtà, rischia di perdere tutto quanto, ma è anche una serie che indaga sugli eccessi delle ambizioni umane, sui rapporti familiari tutt'altro che idilliaci tra tradimenti e ripicche, nonché sulla tendenza di certe persone a lasciarsi abbindolare completamente da amori interessati. Il finale è in parte un happy end, non mi ha del tutto lasciato insoddisfatta, anche se
Here be spoilers
quel terzo matrimonio... mah! :roll:
L'ambientazione nel periodo della recessione tra gli anni '20 e i '30, infine, contribuisce a rendere il tutto molto attuale (se non fosse stato per i costumi e le automobili, la serie avrebbe potuto essere ambientata benissimo ai giorni nostri).

Avatar utente
Vanigliacocco
Corsaro Nero
Messaggi: 898
Iscritto il: ven dic 30, 2005 10:49 am
Località: Brescia

Re: Mildred Pierce

Messaggio da Vanigliacocco »

Anch'io ho visto degli spezzoni e ne sono rimasta estasiata :) Dove l'hai trovata?
My bookshelf - WhishList

"Quando eravamo qui ho passato tutto il mio tempo a sistemare le cose, ma hai mai pensato che forse l'isola voglia sistemare le cose a modo suo e che magari io sia solo d'intralcio?" Jack Shephard

Immagine

Avatar utente
shahrazad
Corsaro
Messaggi: 408
Iscritto il: dom ago 19, 2007 8:50 pm

Re: Mildred Pierce

Messaggio da shahrazad »

:)
[...]Perchè lui leggeva come altri pregano, come i giocatori giocano e gli ubriachi tengono lo sguardo fisso nel vuoto, storditi; il suo rapimento quando leggeva era così commovente che, da allora, il modo in cui gli altri leggono mi è sempre parso profano.[...]

Stefan Zweig - Mendel dei libri


La mia bookshelf

Rispondi