Intervista sul BookCrossing

Giornali, radio, riviste, televisione, e perfino cinema! Bookcrossing spazia allegramente nei mezzi di comunicazione di massa. Qui potete fare segnalazioni a riguardo!

Moderatore: lilacwhisper

Rispondi
FedeTronconi
Spugna
Messaggi: 6
Iscritto il: mer apr 11, 2012 3:24 pm

Intervista sul BookCrossing

Messaggio da FedeTronconi »

carissimi, sono Federica Tronconi giornalista libero professionista.
Ho aperto di recente un blog sul mondo dei libri e volevo parlare del fenomeno del Bookcrossing tramite un'intervista.
Lucia, gentilissima, mi ha detto di scrivervi qui, così da fare una sorta di 'intervista collettiva'
Che dite? ci state? ;-)

Grazie mille della collaborazione
Federica

Avatar utente
Éowyn
Olandese Volante
Messaggi: 7992
Iscritto il: mer gen 02, 2008 6:30 pm
Località: Prata di Pordenone
Contatta:

Re: Intervista sul BookCrossing

Messaggio da Éowyn »

Ciao :)
Non ho capito cosa vuoi fare... una domanda alla volta e chi primo arriva risponde? Tutte le domande insieme e tutte le risposte pure?
In bc.com sono italianeowyn

Avatar utente
CuteBoy
Olandese Volante
Messaggi: 3708
Iscritto il: dom nov 02, 2003 6:00 pm
Località: SviTiCa
Contatta:

Re: Intervista sul BookCrossing

Messaggio da CuteBoy »

beh, allora spara le domande...

Avatar utente
Therese
moderatrice
Messaggi: 5703
Iscritto il: mer feb 05, 2003 8:33 pm
Località: Perugia
Contatta:

Re: Intervista sul BookCrossing

Messaggio da Therese »

chiedi pure :D
-...è solo che non ho tempo per leggere.
- Mi dispiace per te.
- Oh, non direi.Ci sono tanti altri modi per passare il tempo.
Giulio vorrebbe replicare che leggere non è "passare il tempo"...
(T. Avoledo)

cinefila integralista

Non inviatemi ring senza avvertire, grazie ^_^

FedeTronconi
Spugna
Messaggi: 6
Iscritto il: mer apr 11, 2012 3:24 pm

Re: Intervista sul BookCrossing

Messaggio da FedeTronconi »

grazie mille della disponibilità. alcune domande per iniziare:

cos'è esattamente il Bookcrossing?
da dove nasce questo fenomeno?
come si è radicato in Italia?
che valore aggiunto porta alla lettura e a chi ama leggere?
in che modo lo state implementando in modo da farlo crescere?

Avatar utente
lizzyblack
moderatrice
Messaggi: 12574
Iscritto il: mar feb 17, 2004 1:22 pm
Località: The Noble and Most Ancient House of Black, "Toujours Pur"
Contatta:

Re: Intervista sul BookCrossing

Messaggio da lizzyblack »

Comincio io! :D
Il Bookcrossing consiste nel rilascio di libri in luoghi pubblici con lo scopo di farli leggere ad altre persone e seguirne il loro viaggio. E' nato negli Stati Uniti dall'idea di una coppia (Ron Hornbaker e la moglie, per la precisione :wink: ) che, partendo dall'idea di "Where's George", hanno creato una modalità per seguire il viaggio dei libri.
Il valore aggiunto, almeno per quanto mi riguarda, è aver avuto la possibilità di conoscere autori e generi che generalmente non consideravo. Inoltre ti insegna a condividere, cosa che magari non ci riesce facile quando siamo "solo lettori".
Per farlo crescere, il metodo migliore è liberare, liberare, liberare! Poi ci sono altri accorgimenti, come l'aver spinto per avere il sito in italiano di modo da essere accessibile a tutti :D
Liz

"If a cat could talk, he wouldn't..."
"Sono posseduto da una passione inesauribile che finora non ho potuto né voluto frenare. Non riesco a saziarmi di libri."
"Wit beyond measure is man's greatest treasure."

Le mie letture

ImmagineImmagineImmagineImmagine
ImmagineVero Acquario

Avatar utente
CuteBoy
Olandese Volante
Messaggi: 3708
Iscritto il: dom nov 02, 2003 6:00 pm
Località: SviTiCa
Contatta:

Re: Intervista sul BookCrossing

Messaggio da CuteBoy »

salto le prime due perchè mi ripeterei...
per la terza, io scrivo dalla Svizzera, già mi son perso un po' circa il forum e le attività italiane
figurati quelle svizzere (seguivo il forum romando, in svizzera tedesca il bc era meno attivo... ora mi son incuriosito, andrò a veder che succede)
comunque qui c'è stato un piccolo gruppo di coraggiosi circa 9 anni fa che si è trovato qualche volta, finendo in fretta su vari giornali e alla radio. Poi la cosa non è riuscita ad allargarsi a sufficienza per riuscire a sopravvivere bene a matrimoni, rinunce, crisi di mezza età, impegni lavorativi... il Ticino è pur sempre un fazzoletto :P

Per il valore aggiunto a chi ama la lettura, beh, il destino ti fa incontrare dei libri che non avresti mai letto...
autori, titoli e generi che non avresti mai considerato,
ma trovarli per strada è impensabile, allora li trovi ai meetup. Proprio in questi incontri conosci molte belle persone (se si ha in comune il bc si ha in comune qualcosa di grande :P ). Questa è la vera aggiunta per chi ama leggere!

Io penso che rilasciare molti libri sia importante, così come aiutare chi vuole iscriversi al bc a farlo, sembra stano ma molti dicono "wow, che bello" e poi non si iscrivono mai. Sarebbe interessante trovare il modo di far fare loro subito un'esperienza positiva.
Nella scuola dove lavoro ho fatto mettere all'entrata una piccola libreria con libri bc, i libri vanno e vengono, nessuno li registra... a volte ce ne portano di nuovi da aggiungere, a volte arriva un bookcrosser (anche dalla svizzera interna o da como) a portare o prendere qualcosa.
A volte lascio diversi libri in un bar cercando di coinvolgere perlomeno qualche cameriera...

FedeTronconi
Spugna
Messaggi: 6
Iscritto il: mer apr 11, 2012 3:24 pm

Re: Intervista sul BookCrossing

Messaggio da FedeTronconi »

Grazie mille delle risposte.
Quali sono i luoghi pubblici in italia scelti per il bookcrossing?
Come avviene poi nel concreto il rilascio dei libri ai passanti interessati?

Avatar utente
CuteBoy
Olandese Volante
Messaggi: 3708
Iscritto il: dom nov 02, 2003 6:00 pm
Località: SviTiCa
Contatta:

Re: Intervista sul BookCrossing

Messaggio da CuteBoy »

di principio i libri possono venire rilasciati ovunque, certo coi tempi che corrono lasciarli in certi luoghi non è una grande idea (aeroporti & co.)
penso che dovresti dare un'occhiata sul sito bc.com sotto "libri e persone" "a caccia di libri"
per quanto riguarda le bookcrossingzone c'è una parte di questo sito dedicata a loro, credo che per la maggior parte (in Italia ma anche nel resto del mondo) si trovino presso dei bar o ristoranti.

Di concreto il rilascio...
beh, ciascuno ha le sue tecniche:
- rilascio schivo, quasi di nascosto, in un luogo pubblico (panchina, bancomat, bancone...)
- rilascio schivo, quasi di nascosto, in un luogo pubblico (panchina, bancomat, bancone...) con appostamento seguente per vedere se qualcuno prende il libro :P
- rilascio stile "ops, dimenticato", tipo alzarsi dal tavolo e lasciare lì un libro (così spesso però ti corrono dietro dicendoti "hai dimenticato..." e devi essere in vena di spiegare!)
- rilascio plateale, sperando che qualcuno chieda
- rilascio in occasione di incontri

etcetc
io, solitamente, faccio le release note prima di rilasciare (cioè scrivo su bc.com dove lascerò un determinato libro)
altri invece la fanno dopo.

non ci sono regole fisse...

Avatar utente
PetiteBlanchet
Mozzo
Messaggi: 53
Iscritto il: gio apr 12, 2012 3:47 pm
Località: Prè-St-Didier
Contatta:

Re: Intervista sul BookCrossing

Messaggio da PetiteBlanchet »

Bellissima quest'intervista! La pubblico immediatamente sulla nostra pagina FB! Spero che le domande aumentino e, che le risposte dei veterani le soddisfino!!
Immagine

FedeTronconi
Spugna
Messaggi: 6
Iscritto il: mer apr 11, 2012 3:24 pm

Re: Intervista sul BookCrossing

Messaggio da FedeTronconi »

Ditemi se ho capito bene: tecnicamente quindi il rilascio è assolutamente casuale, associato a release (ma non sempre avviene), non ci sono posti prestabiliti. E se una persona prende il libro diventa suo o lo deve riportare nel esatto posto dove l'ha preso? o lasciarlo a sua volta in una altro posto?

Avatar utente
liberliber
amministratrice ziaRottenmeier
Messaggi: 20384
Iscritto il: mar ott 22, 2002 11:02 am
Località: Milano
Contatta:

Re: Intervista sul BookCrossing

Messaggio da liberliber »

l'ultima che hai detto ;)
Ho potuto così incontrare persone e diventarne amico e questo è molto della mia fortuna (deLuca)
Amo le persone. E' la gente che non sopporto (Schulz)
Ogni volta che la gente è d'accordo con me provo la sensazione di avere torto (Wilde)
I dream popcorn (M/a)
VERA DONNA (ABSL)
Petulante tecnofila (EM)


NON SPEDITEMI NULLA SENZA AVVISARE!
Meglio mail che mp. Grazie.

FedeTronconi
Spugna
Messaggi: 6
Iscritto il: mer apr 11, 2012 3:24 pm

Re: Intervista sul BookCrossing

Messaggio da FedeTronconi »

ok, grazie. quando mi avete dato la definizione di bookcrossing mi avete spiegato che cercate di seguire 'il viaggio' del libro.
Capita che non ci riuscite? in quel caso perdete di vista il libro?
Altra domanda:
-cosa fate per accrescere il numero di bookcorsari (giusto il termine?) nella vostra community italiana?
-e inoltre siete in contatto con le altre community in tutto il mondo che fanno bookcrossing?
-in italia,a vostro giudizio, ha preso bene questo fenomeno?

Avatar utente
lizzyblack
moderatrice
Messaggi: 12574
Iscritto il: mar feb 17, 2004 1:22 pm
Località: The Noble and Most Ancient House of Black, "Toujours Pur"
Contatta:

Re: Intervista sul BookCrossing

Messaggio da lizzyblack »

Purtroppo capita spesso di perdere le tracce del libro, perchè se il libro, una volta rilasciato, non viene più segnalato, le notizie terminano. Però accade anche che alcuni diano notizie di loro anche dopo anni dal rilascio :D Personalmente intendo il Bookcrossing più come la liberazione che la segnalazione, quindi perdere le tracce del libro non è un grande problema (anche se poi, quando ricevo notizie di alcuni, mi fa molto felice!)
I bookcorsari italiani arrivano un po' per caso e un po' attraverso varie iniziative che vengono organizzate durante l'anno. Le iniziative possono essere a livello nazionale (tipo il MUNZ, che è l'incontro nazionale dei bookcorsari che si tiene ogni anno in una città diversa. Quest'anno si terrà a Roma, proprio il prossimo weekend!) oppure anche a livello regionale/cittadino, solitamente organizzate dai bookcorsari stessi.
Siamo in contatto con le altre community, anzi il sito principale si basa sulla comunicazione tra tutti i bookcorsari e non solo tra quelli della stessa nazione. Lo scorso weekend c'è stato il meetup mondiale, che si tiene anch'esso una volta all'anno in una città diversa (lo scorso weekend era a Dublino).

A mio parere, in Italia ha preso "così così". Troppo spesso mi capita di vedere facce stupite quando spiego cosa sia il Bookcrossing :lol:
Liz

"If a cat could talk, he wouldn't..."
"Sono posseduto da una passione inesauribile che finora non ho potuto né voluto frenare. Non riesco a saziarmi di libri."
"Wit beyond measure is man's greatest treasure."

Le mie letture

ImmagineImmagineImmagineImmagine
ImmagineVero Acquario

FedeTronconi
Spugna
Messaggi: 6
Iscritto il: mer apr 11, 2012 3:24 pm

Re: Intervista sul BookCrossing

Messaggio da FedeTronconi »

grazie mille della vostra disponibilità. ora procedere a scrivere. se dovessi aver bisogno di chiarimento, torno qui a bussare ;-)

Avatar utente
CuteBoy
Olandese Volante
Messaggi: 3708
Iscritto il: dom nov 02, 2003 6:00 pm
Località: SviTiCa
Contatta:

Re: Intervista sul BookCrossing

Messaggio da CuteBoy »

a preso così così è piuttosto ottimistico...
in realtà guardando il numero di iscritti e soprattutto il numero degli iscritti che "praticano" beh...
lo definirei al massimo un fenomeno di nicchia!

Avatar utente
PetiteBlanchet
Mozzo
Messaggi: 53
Iscritto il: gio apr 12, 2012 3:47 pm
Località: Prè-St-Didier
Contatta:

Re: Intervista sul BookCrossing

Messaggio da PetiteBlanchet »

CuteBoy ha scritto:a preso così così è piuttosto ottimistico...
in realtà guardando il numero di iscritti e soprattutto il numero degli iscritti che "praticano" beh...
lo definirei al massimo un fenomeno di nicchia!
E' colpa di tutti quanti, compresa me!
IN realtà potevo già impegnarmi anni fa, quando inrociai la sua strada. Ora, per motivi diciamo egoistici, sto cercando di risvegliarlo in Val D'Aosta...
Immagine

Rispondi