Il Conte di Montecristo, Alexandre Dumas

Area dedicata alle recensioni (e conseguenti commenti) nonche' alle richieste di pareri sui libri.
ATTENZIONE: Specificate titolo e autore nell'oggetto, grazie!

Moderatori: aly24j, Therese, Marcello Basie

Rispondi
Avatar utente
lizzyblack
moderatrice
Messaggi: 12588
Iscritto il: mar feb 17, 2004 1:22 pm
Località: The Noble and Most Ancient House of Black, "Toujours Pur"
Contatta:

Il Conte di Montecristo, Alexandre Dumas

Messaggio da lizzyblack »

Che strano, ero certa che ci fosse già un thread per la recensione di questo libro, eppure non l'ho trovato :think:

Beh, ho ripreso in mano questo super classico che avevo letto parecchi anni fa e del quale mi ricordavo ben poco. Il tema è il tradimento seguito dalla paziente vendetta. Come sempre, lo stile è insuperabile e i personaggi di Dumas sempre così particolari da trovarteli ben dettagliati nella mente :wink:
Il libro è molto avvincente all'inizio, rallenta un po' centralmente e poi torna a tenere il lettore attaccato alle pagine per conoscere il finale.
Sicuramente i personaggi suscitano diversi tipi di emozioni nel lettore, e il Conte stesso è un uomo del quale- nonostante il lettore abbia il vantaggio di conoscerne il passato - a volte è impossibile indovinare le scelte e le mosse.
Bellissime le descrizioni dei luoghi: la Marsiglia dei pescatori, la selvaggia ed impraticabile Montecristo, Roma durante il carnevale, le Catacombe, Parigi e la vita aristocratica. I dettagli non sono mai lasciati al caso, e anche se la storia in molti punti è paradossale, è impossibile non affezionarsi al Conte.
Un classico davvero da leggere, anche se per ora "I tre moschettieri" rimangono i miei preferiti :wink:
Liz

"If a cat could talk, he wouldn't..."
"Sono posseduto da una passione inesauribile che finora non ho potuto né voluto frenare. Non riesco a saziarmi di libri."
"Wit beyond measure is man's greatest treasure."

Le mie letture

ImmagineVero Acquario

Avatar utente
ciucchino
Olandese Volante
Messaggi: 3660
Iscritto il: ven mar 14, 2003 9:00 pm
Località: Torino
Contatta:

Re: Il Conte di Montecristo, Alexandre Dumas

Messaggio da ciucchino »

Uno dei miei libri preferiti: non riuscivo a smettere di leggerlo.
"I libri li rubavo. I libri non dovrebbero costare nulla, pensavo allora e penso ancora oggi".
(Pascal Mercier, "Treno di notte per Lisbona)

Immagine Immagine

Avatar utente
mickymicky
Olandese Volante
Messaggi: 2495
Iscritto il: ven dic 03, 2004 8:52 pm
Località: Alba Adriatica
Contatta:

Re: Il Conte di Montecristo, Alexandre Dumas

Messaggio da mickymicky »

anche secondo me bellissimo, il conte è proprio un eroe romantico, mi ricorda un po' Heathcliff e Rhett Butler :wink:
Con me fanno lega i libri. Accorrono, si radunano, mi si attaccano addosso. (S. M. Ejzenstejn)
La mente è come un paracadute. Funziona solo se si apre. - Albert Einstein
http://www.officinadelleparole.info/
http://www.bookcrossing.com/mybookshelf/mickymicky
http://www.theliteracysite.com

Avatar utente
GaliAnna
Re del Mare
Messaggi: 1791
Iscritto il: gio ago 18, 2005 5:15 pm
Località: Milano
Contatta:

Re: Il Conte di Montecristo, Alexandre Dumas

Messaggio da GaliAnna »

Meravigflioso, anche io l'ho adorato!
ImmagineImmagine
ImmagineImmagine
L'Amore è l'unica schiavitù che ci rende più liberi [RB]
Immagine

Avatar utente
francesina
Olandese Volante
Messaggi: 2336
Iscritto il: gio apr 05, 2007 2:19 pm
Località: Padova

Re: Il Conte di Montecristo, Alexandre Dumas

Messaggio da francesina »

Che sudata :lol:
Diciamo che io Dumas devo prenderlo a piccole dosi, ma vista la lunghezza media dei suoi romanzi la cosa non è propriamente fattibile :roll:
Devo dire di avere iniziato con grande entusiasmo, ma di averlo perso più o meno dalla metà in poi: la fase dell'ingresso di Dantès nel bel mondo parigino è stata una vera tortura e i pezzi che man mano si incastravano non hanno impedito che trovassi il ritmo piuttosto rallentato.
Come già scritto qui da lizzyblack sul finire avevo ripreso interesse, ma dopo così tante settimane dietro allo stesso libro avevo soprattutto voglia di passare definitivamente ad altro.
Il mio parere, comunque non può che essere positivo e sono realmente contenta di essermi fatta una mia opinione personale di questo romanzo.
Nel gioco portato avanti durante la quarantena qui sul forum, Gahan aveva indicato proprio Dantès come personaggio letterario da cui avrebbe accettato volentieri un ipotetico invito a cena: ecco, direi che concordo pienamente anche perché nella vita reale di uomini così non credo ce ne siano molti...
Nous habiterons une maison sans murs, de sorte que partout où nous irons ce sera chez nous- J.Safran Foer, Extrêmement fort et incroyablement près

E finalmente lui pronunciò le due semplicissime parole che nemmeno una montagna di arte e ideali scadenti potrà mai screditare del tutto. I. McEwan, Espiazione

Sempre Francesina, anche su Anobii

Avatar utente
Gahan
Olandese Volante
Messaggi: 2373
Iscritto il: gio lug 26, 2007 11:49 am
Località: Ziano Piacentino

Re: Il Conte di Montecristo, Alexandre Dumas

Messaggio da Gahan »

francesina ha scritto:
mar dic 15, 2020 6:21 pm
Nel gioco portato avanti durante la quarantena qui sul forum, Gahan aveva indicato proprio Dantès come personaggio letterario da cui avrebbe accettato volentieri un ipotetico invito a cena: ecco, direi che concordo pienamente anche perché nella vita reale di uomini così non credo ce ne siano molti...
:lol: :lol: :lol:

Io di questo libro ho un bellissimo ricordo, lo avevo iniziato in inverno, mentre ero a casa con l'influenza. Mi ha tenuto tantissima compagnia e non riuscivo a staccarmene. È nella classifica dei miei preferiti in assoluto e vorrei trovare il tempo di rileggerlo prima o poi, per vedere che effetto mi fa...

Rispondi